Itinerario Kyoto, 3 o 4 giorni “tipo”

Dunque, dopo il mio itinerario per Tokyo, presento anche quello per Kyoto. Anche in questo caso farò degli articoli su giornate “tipo” il cui ordine può essere scambiato a seconda del tempo/voglia etc.

Prima di cominciare, ecco cosa potrebbe esservi utile scaricare/vedere : 

1)  Potrebbe esservi utile il mio link al mio articolo su come muoversi a Kyoto.

2) Procuratevi gratuitamente delle ottime mappe/cartine di Kyoto seguendo questo consiglio.

3) Per informazioni sugli eventi che si svolgono mensilmente in città, leggete l’utilissima Kyoto Visitor’s Guide a questo link. Questa guida (modello cartaceo) è acquistabile  a poco prezzo all’Information Center della stazione centrale, 2F.

4)  Scaricate e stampare l’utilissimo KYOTO WALKS : mappe chiare e itinerari.

5) Visitare il sito Inside Kyoto che ha ottima mappatura dei distretti e propone alcuni itinerari a tema (maggiori info qui)

Premessa. Le mie giornate sono abbastanza “ricche“. Niente di impossibile per nessuno, ma necessitano comunque una sveglia abbastanza presto e aver voglia di camminare.

Ho notato che su Kyoto in generale ci sono molte meno informazioni (soprattutto in italiano) rispetto a Tokyo. Ho avuto quasi la sensazione, a volte, che sia considerata quasi una meta “secondaria” rispetto alla grande city, spesso alternativa ad Osaka. Io non sono assolutamente d’accordo ed anzi penso che non solo Kyoto non sia nemmeno paragonabile ad Osaka (in quanto ad “attrazioni” culturali e storiche, location, paesaggi, per non parlare del “clima” che si respira), ma che sia al medesimo livello di Tokyo, insomma secondo me Kyoto è assolutamente un MUST per chi va in Giappone la prima volta (ma anche la seconda, la terza, la quarta, perchè è ricchissima di cose da fare).

Se Tokyo rappresenta il Giappone più moderno, vivo, colorato, pazzo, eccentrico, tecnologico (pur non manchevole di spot interessanti anche da altri punti di vista), Kyoto è invece il cuore della tradizione, della storia, della cultura, ed è massimamente rappresentativa dell’immagine del Giappone tradizionale che ancora oggi giustamente attrae tanti di noi e affascina il resto del mondo. Questa frase l’avrete letta più o meno ovunque, ma è proprio così.

Nonostante Kyoto sia una città molto grande (seppur non paragonabile a Tokyo), è una città ” a misura d’uomo” : i palazzi e le case sono basse, che danno l’idea di case e di quartieri vissuti, tanti ciclisti, tanti esercizi commerciali “comuni” e non solo grandi magazzini o negozi alla moda, tantissimo verde e tantissima acqua… e soprattutto…. tanti santuari e templi. Proprio così! A Kyoto ci sono centinaia (letteralmente) di edifici come santuari e templi, la cui visita può occupare intere giornate : c’è chi al terzo si stufa, c’è chi andrebbe avanti tutta la giornata…. io appartengo a questa seconda categoria. Trovo che ognuno di questi posti sia stupendo e particolare, e meriti di essere visto. Per non andare in overdose, basta organizzare bene la propria giornata per variare la tipologia di mete visitate e intervallarle con qualcosa di diverso.

Kyoto merita una visita soprattutto in primavera  o autunno, per godere degli straordinari spettacoli mozzafiato che regalano rispettivamente i ciliegi e gli aceri, rendono magica qualsiasi parte della città.

Scusate la lunga premessa, ma era doverosa.

Orientamento. Kyoto, come dicevo, è molto vasta. I mezzi pubblici vi portano ovunque ma i tempi di spostamento sono lunghi (solitamente ci si muove utilizzando i comodissimi bus, che però sono soggetti a traffico). Per questo motivo è importante organizzarsi bene per non essere costretti a perdere ore nello spostarsi da una parte all’altra della città.

Iniziamo suddividendo Kyoto nelle sue “zone di interesse”.

Cliccate sull’immagine per ingrandire

Zona rossa : Higashiyama (Suddivisa per comodità in Higashiyama sud e Higashiyama nord)

Zona blu : Zona della stazione

Zona verde : Kyoto nord ovest

Zona azzurra : Nijo Castle

Ho poi selezionato KAWARAMACHI-DORI e Il PALAZZO IMPERIALE.

Questa mappa di InsideKyoto è ancora meglio, andate sul loro sito se volete dove è anche cliccabile (link a inizio articolo):

Fonte : Inside Kyoto

Fonte : Inside Kyoto

Itinerari giornalieri.

Giorno 1Higashiyama sud [clicca per articolo relativo]. Mai sentito parlare del Kiyomizu-dera? E’ il santuario più famoso di Kyoto, ed uno dei più celebri del Giappone intero. Visitelo il più presto possibile per evitare la ressa di turisti. Si prosegue verso nord, seguendo un percorso pedonale affascinante e misterioso che permette l’accesso ad un numero straordinario di santuari e templi [tra cui Kodaiji Temple, Chion-in Temple, Yasaka Shrine, Shorenin e tanti altri] uno più bello dell’altro. Scegliete con anticipo, oppure sul momento a seconda dell’ispirazione, quali di questi visitare. A pranzo che ne dite di un ottimo tempura? Dopo aver raggiunto il santuario Heian potete dirigervi a piedi verso il parco sconfinato del Palazzo Imperiale.

Giorno 2Higashiyama nord e Nijo Castle. Giornata dedicata all’altra “metà” di Higashiyama, questa volta la parte nord. Si parte dall’estremo nord, con il Padiglione D’Argento [Ginkaku-ji ]. Raggiungetelo il più presto possibile per evitare la ressa di turisti. Mangiate un buonissimo bombolone al thè verde per colazione, lo vendono di fronte all’ingresso! Finita la visita, imboccate il sentiero del filosofo, romantica e suggestiva stradina pedonale (un gioiello in primavera, con i ciliegi in fiore, ed in autunno, con gli aceri rosso vermiglio) che segue un corso d’acqua e porta verso sud. Non mancate l’Honen-in, bellissimo tempio ingiustamente snobbato dai turisti, e proseguite verso l’Eikando Temple  e il Nanzenji Temple. Che ne dite, tra una cosa e l’altra, di un bel pranzo vegetariano con verdure locali, oppure di una bella mangiata di gyoza? Il resto del pomeriggio dedicatelo al Nijo Castle e, se vi interessa, al vicino museo dei manga.

Giorno 3Kyoto nord ovest. In questa zona si trovano tre veri e propri gioielli : Ryoan-ji [celebre per il suo giardino di pietra], Kinkaku-ji  [Padiglione d’oro]; Daitoku-ji [complesso zen composto da ben 24 edifici]Dopodichè potete rilassarvi al Funaoka Onsen oppure tornate in centro, passate il pomeriggio a bighellonare in Kawaramachi-dori e nel Nishiki Market. Passeggiate sul lungofiume fino al tramonto!

Giorno 4Arashiyama/Sagano. Giornata dedicata ad Arashiyama. Tutti i dettagli QUI.

Giorno 5 – Una gita in giornata a Nara oppure Iga Ueno oppure a Amanohashidate

Cercate di arricchire le vostre giornate aggiungendo, se possibile, all’itinerario, la partecipazione a qualche evento particolare (festival, feste, spettacoli, etc.) : potete trovare moltissime informazioni a questo link (Kyoto Visitor’s Guide)

Se qualcuno ha bisogno di informazioni più specifiche mi mandi una email! [chiendent@gmail.com]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...