Tutto su Nara

A chi si troverà a Kyoto o Osaka e vuole passare una giornata speciale, consiglio una gita in giornata a Nara. Questa città nota e bellissima si trova a meno di un’ora di treno ad Est di Kyoto ed Osaka, è quindi facilmente raggiungibile da entrambe con comodità.  Nara è una meta turistica molto ambita, cosa che noterete sicuramente per il grande numero di visitatori che ogni giorno vi si reca, ma non preoccupatevi di questo, quando vi inoltrerete nell’affascinante e silenzioso bosco delle colline di Nara, potrete godere anche di pace e tranquillità!

Nara fu la prima capitale del Giappone, nell’anno 710, in quel periodo aveva il nome di Heijo.  La città acquistò rapidamente una influenza e una importanza tale che fu vista come una minaccia per il governo, così meno di 80 anni dopo la capitale fu spostata a Nagaoka [nel 784]. Nara è nota per i suoi tesori storici, tra cui alcuni dei più importanti e famosi tempi di tutto il Giappone [Soprattutto il Todai-ji]. Nara è anche famosa per i suoi cervi : questi adorabili animali, considerati intoccabili in quanto messaggeri degli Dei, si aggirano tranquillamente per il parco e vi tengono compagnia. Attenzione però, sono animali molto affamati, e tentato di mangiare qualsiasi cosa : se vi sentite temerari acquistare una confezione di shika senbei, craker per cervi, che vengono venduti in pacchettini da 150 yen, e preparatevi ad essere assaliti🙂

Per gli eventi a Nara, leggete in fondo all’articolo!

Link che potrebbero interessarvi :

Sito ufficiale della città [ENG]
Nara SGG Club  e Nara Guide Club [entrambi gruppi di volontari che si offrono di farvi da guide]. Attenzione : alcuni di questi volontari si trovano alla stazione vicino all’ufficio turistico e si offrono a chiunque voglia di accompagnarli per la città.
– Mie giornate a Nara : nel 2010, nel 2011
Come ricevere materiale gratuito su Nara
 Il monte Yoshino vicino a Nara, hanami hot spot

Come arrivare? Potete raggiungere Nara :

– Con la JR, linea Miyakoji : I treni rapidi (kaisoku) della linea Miyakoji collegano Kyoto a Nara (Stazione JR) circa ogni mezz’ora. Il viaggio dura 45 minuti e costa 690 yen. È compreso nel JPR.

– Con la Kintetsu Railways : Due volte ogni ora parte un treno limited express di questa linea. Impiega circa 35 minuti e costa 1,110 yen. Questo treno vi lascerà alla stazione Kintetsu di Nara [non distante dalla stazione JR, vedi sotto]. Per questa tratta non è valido il JPR.

– Se arrivate da Osaka non ci sono corse dirette per Nara, dovrete cambiare a Shinimamiya oppure Tennoji (se siete vicini ad Umeda a Tennoji potete arrivare anche con la metro). Il viaggio costa 780 yen ed è compreso nel JPR se usate treni JR. Per ulteriori informazioni usate sempre il “solito” Hyperdia.

Orientamento e mezzi urbani. Nara è servita da due compagnie, la Kintetsu Railways e la JR West. La stazione Kintetsu è una stazione sotterranea a pochi passi dal Parco di Nara e il Kofukuji, invece la stazione JR è un pochino più distante dai luoghi di interesse, circa 15 minuti a piedi; ma si possono utilizzare anche bus cittadini che collegano entrambe le stazioni ai luoghi di interesse.
La visita a Nara è piuttosto semplice dal punto di vista dell’orientamento perchè i punti di interesse di maggior pregnanza sono tutti concentrati dentro e intorno al Parco di Nara, e possono essere visitati spostandosi a piedi. Se siete interessati a vedere invece il Toshodaiji, lo Yakushiji e l’Horyuji, che distano invece alcuni kilometri rispetto al centro di Nara, vi converrà utilizzare i bus cittadini o riprendere il treno.

Ecco qui sotto due mappe che chiaramente mostrano la collocazione del Parco. Ad Ovest avete entrambe le stazioni (in nero) e ad Est il Parco all’interno del quale si trovano i punti di maggiore interesse. Sia che arrivate con la linea JR che con la linea Kintetsu vi basteranno pochi minuti a piedi per raggiungere il Parco, dirigendovi semplicemente verso Est. In particolare, arrivando dalla stazione JR e procedendo in quella direzione, attraverserete una parte della città piuttosto carina con negozi di alimentari locali e artigiani, nei quali se volete potete fare rifornimento per il pranzo.

Nara_map


Map from PlanetWare.com

Caratteristiche di questo itinerario. L’itinerario che suggerisco per Nara non è particolarmente impegnativo e tiene conto del tempo che ci vuole per raggiungere la città e tornare indietro (circa tre quarti d’ora). Vi consiglio comunque di partire il prima possibile perchè Nara è una meta sempre piuttosto affollata, a cui sarebbe preferibile dedicare un giorno infrasettimanale (niente week-end). Sia che decidiate di mangiare un pranzo al sacco oppure a Naramachi (vedi sotto) io ritengo che potrete aver finito per le 4 del pomeriggio circa, permettendovi così di fare sosta al Fushimi Inari sulla vita del ritorno. Il Parco di Nara all’inizio è pianeggiante, ma dopo aver superato il Todai-ji si inizia a salire percorrendo delle stradine sterrate che portano all’interno del bosco. Qui farete un po’ di sali/scendi, niente di eccezionalmente faticoso ma un po’ impegnativo. 

Itinerario.

Come potete vedere dalle mappe qui sopra (o qualsiasi altra mappa) a Nara i punti di maggiore interesse e bellezza sono siti all’interno del Parco. Vi consiglio quindi una specie di itinerario “circolare” che comincia dal Kofukuji [Attenzione perchè la sua Golden Hall è al momento in ristrutturazione. Link a pagina relativa. ], segue poi verso il Todai-ji (attraversando lo Isuien Garden e lo Yoshikien Garden), i suoi edifici secondari molto belli siti su una piccola collinetta ad Est (SangatsudoNigatsudo), poi addentrandosi nel bosco, dopo aver superato il “monte” Wakakusayama, si raggiunge il santuario Kasuga Taisha (stupendo). A questo punto i più temerari posso spingersi fino al piccolo Shin-Yakushiji; oppure si può tornare verso la città, chiudendo il giro di nuovo al Kofoku-ji (che quindi potete scegliere di visitare o all’inizio oppure alla fine). Poco a sud rispetto al Kofoku-ji si trovano due graziosi laghetti (ben visibili nella mappa qui sopra) e ancora più a sud, verso ovest, c’è il quartiere commerciale (Naramachi). Qui potete trovare numerosissimi ristoranti con menù per il pranzo e molti negozietti anche di artigianato locale. Vi consiglio di fare quindi una ricca colazione e pranzare solo una volta concluso il giro (probabilmente tardi). Se invece volete passare più tempo in mezzo al parco e bosco di Nara, potete acquistare un pranzo al sacco (tipo bento) alla stazione o sulla strada che porta dalla stazione al Parco, e poi mangiare con calma nel punto che più vi piace.

1 – Kofoku-ji. Clicca Qui per la schedaLink al sito ufficiale [inglese]

 Orario : dalle 9:00 alle 17:00 [Museo Tesoro Nazionale; il resto sempre aperto]
 Chiusura : nessun giorno di chiusura
 Ingresso : libero, [Museo Tesoro Nazionale, 600 yen]

Il Kofukuji era il tempio della famiglia Fujiwara, uno dei clan più potenti e celebri durante il Periodo Nara e il Periodo Heian. Il tempio risale al 710, anno in cui fu anche capitale. Quando la famiglia era all’apice del suo potere, il tempio era composto da ben 150 edifici. Oggi rimangono solo un paio di edifici dall’immenso valore storico, inclusa la pagoda a 5 piani (alta ben 50 metri, la seconda più alta del Giappone -la prima è quella del Tempio Toji a Kyoto-  e quella a 3 piani. La pagoda a 5 piani è uno dei simboli di Nara ed è stata recentemente ricostruita, nel 1426. Altre info sulla scheda.  N.B. Ricordatevi che al momento il Kofoku-ji è interessato dai alcuni lavori, in particolare non è possibile vedere la Golden Hall perchè è stata fisicamente rimossa (vedi qui)

Golden Hall -ora assente- e la Pagoda a 5 piani

2 – Giardini : Isuien e Yoshikien.

Orario : dalle 09:00 alle 16:30 (entrambi)
Chiusura : Giovedì, vacanze di Capodanno, Obon (Isuien); dal 28 Dicembre a metà Marzo (lo Yoshikien)
Ingresso : 650 yen (Isuien); libero per lo Yoshikien

Proseguendo verso il Todai-ji (seguendo le indicazioni oppure la ressa!) imboccherete un lungo viale a metà del quale si trova il Nandaimon, un enorme portale di legno che appartiene al Todai-ji e che attraverserete (di questo ne parlo dopo). Sarete circondati a destra e sinistra da bellissimi alberi (e da numerosi cervi) e anche un laghetto. A sinistra di questo viale si trovano due giardini che, se volete, potete visitare.

Isuien : Questo giardino è un affascinante giardino giapponese con una varietà di caratteristiche, come ad esempio la vista sull Nandaimon e sul monte Wakakusayama. “Isuien” significa “giardino fondato sull’acqua”, e il nome deriva dal fatto che i suoi laghetti sono alimentati dalle acque del vicino fiume Yoshikigawa. Lo Isuien è diviso in due parti, due giardini uno davanti ed uno sul retro, con diverse sale da thè disposte in mezzo. Il girdino frontale ha una storia più antica, che risale al 17esimo secolo. Il giardino sul retro invece, il più grande di due, è più recente e fu costruito nel 1899 da un ricco mercante. Vicino allo Isuien c’è un museo con una collezione privata di ceramiche, specchi, sigilli ed altre antichità provenienti da Cina e Corea (la visita è compresa nel prezzo)

Isuien

Yoshikien : Anche lo Yoshikien è in stile giapponese, e si chiama così perchè il fiume Yoshikigawa (lo stesso che alimenta i laghetti dell’altro giardino) scorre attraverso il giardino. Lo Yoshikien è costituito da tre differenti parti : un giardino con laghetto, un giardino di muschio e un giardino per la cerimonia del thè. Per questo motivo visitarlo è assolutamente consigliato perchè con un’unica visita si possono vedere tre diversi stili. Inoltre l’ingresso è gratuito per i turisti.

Yoshikien

3 – Il Todai-ji. Scarica la scheda.. Link al sito ufficiale (solo jap).

Orario : dalle 8:00 alle 16:30 (Da Novembre a Febbraio 
         dalle 8:00 alle 17:00 (Marzo) 
         dalle 7:30 alle 17:30 (Aprile a Settembre) 
         dalle 7:30 alle 17:00 (Ottobre
Chiusura : Giovedì, vacanze di Capodanno, Obon (Isuien); dal 28 Dicembre a metà Marzo (lo Yoshikien)
Ingresso : 650 yen (Isuien); libero per lo Yoshikien

Il Todaiji è uno dei templi più famosi e più storicamente importanti di tutto il Giappone, è il simbolo di Nara ed una delle mete più visitate in tutto il Paese. Il tempio fu costruita nel 752 come tempio principale tra tutti quelli buddhisti nell’intera provincia, e crebbe molto durante il periodo in cui Nara fu capitale. La Daibutsuden , cioè la sala che contiene la statua del Grande Buddha, è l’edificio in legno più grande al mondo, nonostante sia una ricostruzione di quello originale grande solo 2/3 di essa. All’interno c’è una delle più grandi statue esistenti del Buddha : è di bronzo ed è alta 15 metri. Ulteriori info sulla scheda.

Per informazioni sul Museo annesso, vedi la scheda.

Todai-ji, Sala del Buddha

4 – Edifici ausiliari del Todaiji : Sangatsudo e Nigatsudo.

Ad Est del Todaiji, su una piccola collina, si trovano alcuni suoi edifici ausiliari. Sono accessibili al pubblico e l’ingresso è compreso nel biglietto del Todai-ji (oppure è libero? A noi non hanno chiesto di mostrare nessun biglietto per entrare… non so!). La Sangatsudo(il sui nome era originariamente Hokkedo) risale al 740 e al suo interno ci sono 14 statue lignee di Buddha. Il Nigatsudo risale invece al 1667, è un edificio piuttosto alto e molto bello, e trovandosi per di più sulla sommità di una collina, permette di godere di una bellissima vista dal suo ampio balcone (vale sicuramente la pena farci un salto). Nigatsudo letteralmente significa “sala del secondo mese” e fa riferimento al secondo mese del calendario lunare (Marzo), durante il quale appunto si tiene il festival Omizutori (Marzo è il terzo mese nel calendario solare, ovviamente).

Nigatsudo Hall

Proseguite il vostro itinerario in direzione del Santuario Kasuga. Attraverserete il bel bosco di Nara e supererete il monte Wakakusayama. In realtà questo “monte” non va superato ma semplicemente costeggiato; se preferite però potete arrampicarvi fino in cima per godere del panorama, questa cosa è fattibile solo in primavera e in autunno (per non impedire che sia calpestata tutto l’anno, cosa che impedirebbe una sana crescita dell’erba). Questa montagnetta è alta 350 metri ed è ricoperta d’erba, per salire in cima va pagato qualcosina. Per arrivare al plateau ci vogliono circa 15-20 minuti, per arrivare in cima altri 20-30 minuti. Qui si tiene il celebre festival Wakakusa Yamayaki.

5 – Il Kasuga Taisha. Scarica Scheda ita (mia) Scheda in ENG (ufficiale).

Orario : dalle 06:00 alle 18:00 (Da Aprile a Settembre); 06:30 alle 17:30 (Da Ottobre a Marzo)
Chiusura : Nessun giorno di chiusura
Ingresso : area esterna libera, interno 500 yen (biglietti a parte per giardino botanico e sala del tesoro, vedi scheda)

Dopo aver costeggiato il monte e camminato un po’ nel bosco, si iniziano a vedere lunghe file di lanterne di pietra, che infine conducono in maniera suggestiva e poetica al santuario Kasuga. Questo santuario è immerso nella pace e nella tranquillità regalate dal bosco, e spicca all’interno di esso grazie al suo colore rosso acceso. Il Kasuga è il tempio scinto più celebrato di Nara e più famoso. Ulteriori info, sulla scheda.

DSCN2407

Un dettaglio del Kasuga

6 – Shin-Yakushiji. Sito ufficiale (solo JAP)

Orario : dalle 09:00 alle 17:00
Chiusura : Nessun giorno di chiusura
Ingresso : 600 yen

Lo Shin-Yakushiji Temple è un piccolo tempio che si trova in mezzo al bosco a poca distanza dal Kasuga. Non è considerato sicuramente una delle maggiori attrazioni di Nara, questo ha di positivo che ci sono ben pochi visitatori; tuttavia potete sicuramente ritenervi soddisfatti anche di una visita che non include una tappa qui. Lo Shin-Yakushiji fu fondato nel Nara Period (710-794) dall’imperatrice, per il bene dell’imperatore malato e sofferente. E’ qui venerato il Yakushi Buddha, patrono della medicina nel buddhismo giapponese. Il nome significa “Nuovo Yakushi” perchè vi si trovava già in precedenza un tempio di nome Yakushiji. Al culmine del suo splendore lo Shin-Yakushiji consisteva di numerosi edifici, era un complesso molto ampio, ma sono andati quasi tutti perduti ad eccezione dalla Sala Principale (Hondo). All’interno della Hondi ci sono le statue di 12 guardiani divini, ed una statua alta due metri del Buddha Yakushi seduto, che è l’oggetto più importante del tempio. La statua è di legno mentre quelle dei guardiani sono di argilla. Ogni guardiano ha un differente carattere e una differente arma, quindi si può impiegare un po’ di tempo ad osservarli tutti. Intorno al tempio ci sono numerose stradine.

Shin-Yakushiji

7 – Come suggerivo all’inizio, potete concludere il vostro itinerario tornado verso Ovest e dirigendovi nella zona di Naramachi. Naramachi era la zona dei mercanti della città, e molti edifici sono stati conservati com’erano, quindi sono caratteristici : molte erano sale da thè oppure piccoli ristoranti. Se da lì vi dirigete verso nord (magari chiedete informazioni o consultate una carta) trovate il solito “arcade” alla giapponese, in pratica quelle strade coperte con negozi e ristoranti : lì potete sia mangiare qualcosa che fare acquisti se volete (in particolare io sono stata per due volte in un bellissimo negozio di porcellane ecc.ecc che vende anche cose a buon mercato, magari perchè le ha lì invendute da un po’, o perchè rimasti pochi pezzi ecc.ecc… ho preso delle tazze meravigliose a pochi yen! Poi c’è un negozietto che fa i mochi e li vende appena appena fatti ancora caldi, una squisitezza suprema, inoltre il negozietto è completamente “aperto” quindi si può assistere alla preparazione dei mochi; la coda era lunghissima entrambe le volte!)

Altri punti di interesse vicino a Nara.

Se qualcuno di voi avesse desiderio di “riempire” ulteriormente la giornata, oppure volesse pernottare a Nara, può dedicarsi anche alla visita di alcuni templi famosi vicini alla città : tempioYakushiji, tempio Toshodaiji, e il celebre Horyuji Temple. Poichè non li ho ancora visitati non so dare informazioni di prima mano, tuttavia se qualcuno avesse bisogno di informazioni su come raggiungerli e/o come organizzare il suo itinerario, ne possiamo parlare insieme (anche io sto progettando un giro, che si spingerà fino all’Hasa-dera). Inoltre sono sempre raggiungibili da Nara : Yoshino (famosissimo punto di osservazione dei ciliegi in fiore, 36 minuti da Nara), Iga Ueno (famosa per il suo castello ninja, 40 minuti da Nara) e Asuka (famosa per i suoi kofun, tumilu di pietra per gli imperatori giapponesi, 1 ora da Nara). Di questi tre parlerò in miei futuri articoli.

Eventi a Nara. A Nara sono numerosi gli eventi, quasi ogni mese potete trovare qualcosa (sulla guida Lonely c’è un buon elenco). I due eventi più famosi in assoluto sono l’Omizutori a Marzo e il Wakakusa Yamayaki a Gennaio. Inoltre due volta all’anno (inizio di Febbraio e metà Agosto) sono accese le numerosissime e spettacolari lanterne del Santuario Kasuga, evento spettacolare che attira molti giapponesi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...