Amanohashidate, uno dei tre scenari più famosi del Giappone

I tre scenari più famosi del Giappone sono : il torii galleggiante di Miyajima, le isole coi pini di Matsushima Bay, ed infine la lingua di sabbia di Amanohashidate, oggetto di questo articolo. Per le indicazioni sui trasporti e sui Pass omnicomprensivi andate in fondo all’articolo.

LINKS :
Sito ufficiale [eng]: sito ricco di informazioni e molto ben fatto, c’è pure un coupon per mangiare.
Bellissima Mappa ufficiale illustrata del posto, per scaricarla in PDF click qui.

Amanohashidate.

Anche chiamato “Ponte per il Paradiso”, è un “ponte” di sabbia lungo 3,6 km che si è creato nel corso di centinaia di anni che si affaccia sul mare del Giappone (a ovest del Paese). Questo posto è quindi attraente soprattutto dal punto di vista naturalistico, poichè è circondato da foreste di pini e spiagge di sabbia fine. In estate si può ovviamente nuotare e fare tutto ciò che si fa d’estate al mare, inoltre ci sono santuari, templi e anche sorgenti termali, più alte montagne dalle quali si può godere una spettacolare vista.

Oltre ad attraversare la lingua di terra, si può anche ammirare dall’alto da alcuni osservatori oppure via mare prendente un traghetto turistico (i traghetti partono dal Chionji Temple) . La lingua di terra è larga appena 20 metri e conta più di 8000 pini, alcuni dei quali per la loro forma particolare hanno ricevuto dei soprannomi: Meoto Matsu (La coppia), Nakayoshi no Matsu (Pino amichevole), e Chie no Matsu (Pino Saggio). La strada che percorre il ponte è di terra battuta e passare da una parte all’altra richiede circa 45 min/1 ora a piedi.

Osservatori.

Per vedere la lingua di terra da lontano, i punti migliori sono due.
1-  Uno è l’Amanohashidate View Land, un parco divertimenti dietro la Stazione. E’ un piccolo parco con osservatorio al quale si accede o tramite una graziosissima seggiovia monoposto (6 min) o tramite monorotaia (8 min). Oltre all’osservatorio il parco ha qualche altra attrattiva tipo go-karts, mini-golf, montagne russe. Da questo punto di osservazione si dice che Amanohashidate assomigli ad un drago volante (Hiryukan).

Orario e costo seggiovia/monorotaria per Il View Land Park :
Dalle 9:00 alle 17:30 (Dal 21 agosto al 20 Ottobre)
Dalle 9:00 alle 17:00 (Dal 21 Ottobre al 20 Febbraio)
Dalle 9:00 alle 17:30 (Dal 21 Febbraio al 20 Luglio)
Dalle 8:30 alle 18:30 (Da Luglio 21 al 20 Agosto)
Costo : 850 yen A/R più ingresso al parco
Nessun giorno di chiusura

2- Dall’altra parte della lingua di terra come punto di osservazione c’è il Parco Kasamatsu, anch’esso accessibile tramite seggiovia o funivia. Da questo punto si dice che la lingua di terra assomigli al kanji per il numero “uno”. Il modo “classico” per guardare il ponte per il paradiso è chinarsi e aprire le gambe e guardare sottosopra in mezzo alle proprie gambe, si chiama “matanozoki”.

Guardate questa GALLERY per farvi un’idea🙂

Matanozoki

Dal parco Kasamatsu si può prendere un bus per il  Nariaiji Temple che si trova sulle montagne più in alto.

Orario della seggiovia/funivia per il parco Kasamatsu:
Dalle 9:00 alle 16:00 (seggiovia)
Dalle 8:00 alle 17:30 (funivia; fino alle 18:00 dal 20 Luglio al 20 Agosto)
Chiusura: per la funivia nessuna chiusura, per la seggiovia da Dicembre a Febbraio
Costo: 660 yen (A/R)

Fonte: japan-guide

Un’altra mappa bellissima e ben fatta la trovate sul sito ufficiale, questo link. Su questa bellissima mappa trovate indicato di tutto, dai negozi ai ristoranti, punti dove si può noleggiare la bibicletta, fermate del bus e anche Guest House con onsen.

Altre cose da fare/vedere ed Eventi

Come dicevo all’inizio, in loco ci sono anche altri punti di interesse. In particolare :

– Nella parte sud c’è il Tempio Chion-ji : link con informazioni. Ingresso gratuito. Questo è uno dei tre templi in Giappone dedicato al Bodhisattva Monju. A quanto pare andare lì porta saggezza e quindi è visitato da tantissimi studenti che devono sostenere esami importanti (sapete che i giapponesi non prendono queste cose alla leggera!)

Revolving bridge (ponte rotante): link con informazioni. Questo ponte particolare ruota su sè stesso di 90 gradi quando deve passare una barca, il ponte connette Amanohashidate e Monju e fu costruito nel 1923 e girava a manovella, fu poi reso elettrico nel 1960: vederlo girare è considerato di buon auspicio per il proprio futuro.

Onsen  Chie-no-yu: link con informazioni. Un onsen di fronte alla stazione con vasca coperta e scoperta. E’ possibile immergere gratuitamente i piedi in una vasca all’esterno. [Link sito ufficiale solo jappo]

– Per quanto riguarda gli eventi, sono numerosi durante l’anno e molto vari, in estate ad esempio c’è un matsuri del drago danzante. Per una lista completa cliccate qui, il sito ufficiale è molto dettagliato quindi non mi sembra il caso di aggiungere altro

 Come arrivare (trasporti)

 Ad Amanohashidate si arriva da Kyoto e da Osaka, trovandosi in Kansai. Tuttavia da Fukuchiyama in poi la tratta non è JR per cui chi ha il JPR dovrà paghare un supplemento. Nel dettaglio, potete raggiungere Amanohashidate in treno così:
– JR Hashidate Limited Express connettono Kyoto e Amanohashidate direttamente, il viaggio dura 2 ore e costa 4000 yen. Come dicevo, il JPR non copre tutta la tratta, quindi anche chi lo possiede dovrà pagare 1380 yen (1480 con prenotazione del posto)
– JR Kinosaki Limited Express da Kyoto a Fukuchiyama (75 minuti, 2500 yen, compreso nel JPR) + Kitakinki Tango Railways fino a Amanohashidate (circa 1 ora, 750-1480 yen a seconda del treno, se locale o espresso, non compresi nel JPR)
– Il Pass (Amanohashidate Pass) che costa 1,600 yen e si può acquistare nella stazione di Fukuchiyama include il trasporto da quest’ultima ad Amanohashidate più i biglietti d’ingresso di alcune attrazioni nell’area.

– A questo link trovate tutte le informazioni nel caso in cui vi interessi invece utilizzare un bus.

 

Pass speciali.

Concludo l’articolo con un accenno ai soliti Pass acquistabili anche in quest’area del Giappone, che sono due:

– Amanohashidate Pass (1600 yen, 1-giorno). Acquistabile solo da turisti nelle stazioni di Fukuchiyama, Nishimaizuru, Miyazu, Amanohashidate e Toyooka; include illimitate corse sui treni locali della Kitakinki Tango Railway, il trasferimento da Fukuchiyama ad Amanohashidate; il traghetto che gira intorno alla baia; il trasferimento in funivia o seggiovia fino al Kasamatsu Park e 2 ore di noleggio bici.
– Tango Amanohashidate Ine Free (2460 yen, 2-giorni).
Acquistabile al Ferry Terminal, dura 2 giorni e comprende l’uso di tutti i bus nella zona di Amanohashidate, i giri panoramici in traghetto, la crociera Inewan, funivia e seggiovia fino al parco Kasamatsu, e ingresso scontato al Nariaiji Temple.

3 thoughts on “Amanohashidate, uno dei tre scenari più famosi del Giappone

  1. Post stupendo e come sempre completo di tutte le informazioni possibili e dunque utilissimo.
    CONTINUA COSI’.
    Non conoscevo questa meta, ne avevo solo visto casualmente delle foto, ma non sapevo neppure il nome della località.
    Ora invece, grazie al tuo impegno ed alla tua competenza, l’ho inserito fra le possibili escursioni da Kyoto, per il viaggio che farò la prossima settimana.

    Che aggiungere se non GRAZIE!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...