Kyoto : Arashiyama

Arashiyama è una zona che si trova nella parte a nord-ovest di Kyoto.

Io consiglio vivamente di includerla nel vostro itinerario, vale davvero una visita ed è una meta perfetta per trascorrere l’intera giornata. Raggiungerla è comodo (e anche gratuito se avete il Japan Rail Pass) e molto rapido. Poichè non sono l’unica a ritenere che questo quartiere sia splendido, potreste avere problemi a causa del grandissimo numero di persone che la visitano : in particolare il problema è di rilievo in autunno e in primavera, essendo Arashiyama una delle “top” mete per l’osservazione degli aceri nei loro colori autunnali e della fioritura dei ciliegi in primavera. Quindi in questo periodo evitate quantomeno di andare ad Arashiyama nel week-end. Se invece avete la fortuna di essere a Kyoto in Dicembre, non potete perdere l’Hanatoro. 

Nel caso non abbiate una intera giornata da dedicare ad Arashiyama ma ci tenete a visitarla, per vicinanza geografica vi consiglio di “unire” questa giornata a quella dedicata alla visita di Kyoto nord-ovest [cui ho dedicato uno specifico articolo]. Utilizzando la linea Keifuku [vedi sotto, nel “Come arrivare”] potete raggiungere Arashiyama dopo aver visitato il Padiglione d’oro e il Ryoan-ji.

Arashiyama è una zona non vastissima, quindi una volta arrivati lì potete tranquillamente spostarvi a piedi. In stazione trovate delle pratiche e utilissime mappe della zona colorate. In aggiunta/alternativa scaricate comunque la KYOTO WALKS che illustra chiaramente la zona e propone un valido itinerario [Pag 3/6]

Arashiyama è famosa per … Come spiegherò poi più dettagliamente illustrando l’itinerario che propongo, i punti di forza di Arashiyama sono molti, ma  in particolare è famosa per :

– Il ponte Togetsukyo (“Il ponte che attraversa la luna”). Questo ponte e il panorama che si gode attraversandolo rappresentano l’immagine caratteristica di Arashiyama. Il ponte originale fu costruito durante l’Era Heian (794-1185) ma è stato recentemente ricostruito  nel 1930. Il ponte di per sè non è particolarmente affascinante [soprattutto rispetto alle altre belle cose che visiterete] però in combinazione con il bel panorama e la sua posizione (in un punto particolarmente vivace del fiume che attraversa) lo rendono comunque una meta appetibile. In primavera vicino al ponte ci sono dozzine di ciliegi.

– La foresta di bambù. Avete mai visto La Tigre e il Dragone? Siete per caso rimasti affascinati dalla foresta di bambù? Bene, qui potete vederne una! C’è una stradina pedonale che si percorre in mezzo ai bambù, molto suggestiva se tira un lieve vento che fa muovere le canne. E’ una delle attrattive del posto, in più sono venduti molti oggetti fatti con il bambù nei negozi di artigianato della zona.

– Numerosi templi, il più “famoso” dei quali è il Tenryuji Temple, uno dei cinque “grandi templi Zen di Kyoto”, fondato nel 1339 e sito dell’UNESCO [dopo dettagli aggiuntivi].

Monti Arashiyama dal ponte [foto Novembre 2011. Purtroppo era troppo presto perchè ci fossero i colori autunnali!]

Come arrivare. Per raggiungere questo distretto avete diverse opzioni [mappa sotto] :

Con la Japan Railways (JR)

L’accesso più rapido [gratuito se avete il JPR] dalla Kyoto Station è prendere un treno della Sagano Line (anche conosciuta come Sanin Line). Il viaggio fino a Saga-Arashiyama dura solo 15 minuti e costa 230 yen. I treni della JR non arrivano proprio ad Arashiyama ma appunto alla vicina stazione di Saga-Arashiyama, distante circa 5-10 minuti a piedi.

Con la Keifuku Railways (Randen)

I piccoli treni della Keifuku Arashiyama Line connettono Arashiyama con la stazione Omiya che si trova nell’intersezione tra Shijo Street e Omiya Street [in centro a Kyoto]. Il viaggio dura 20 minuti e costa 200 yen. Inoltre questa linea connette Arashiyama anche dalla stazione Kitanohakubaicho, che si trova nei pressi del Kinkakuji e Ryoanji (il viaggio dura 20 minuti e costa 200 yen). Questi treni portano proprio nel centro di Arashiyama.

Con la Hankyu Railways

Da Kawaramachi o dalla Karasuma Station in centro a Kyoto(Shijo Street), prendete la Hankyu Main Line fino alla Katsura Station e qui prendete la Hankyu Arashiyama Line per Arashiyama. Il viaggio costa 220 yen e dura 20 minuti. Arriverete alla stazione Hankyu Arashiyama che si trova dalla parte opposta del fiume rispetto alle altre, a circa 5-10 minuti a piedi dal centro.

Con il bus

Arashiyama è connessa dai bus con numerose parti di Kyoto, tuttavia è consigliabile prendere il treno perchè impiega meno tempo e perchè c’è il serio rischio di rimanere imbottigliati nel traffico.

Mappa illustrativa su come raggiungere Arashiyama. Fonte : japan-guide.

Mappa della zona chiara indicazione delle stazioni e delle fermate dei bus.

Itinerario. Prima di tutto, come dicevo, potrebbe interessarvi seguire l’itinerario segnato sulla KYOTO WALKS (pag 3), sottolineo poi che nella parte finale di questo utile documento c’è un elenco di quasi tutti punti di interesse segnati e i relativi orari di apertura/chiusura.

Io consiglio di dedicare ad Arashiyama una giornata intera, arrivando la mattina e trattenendosi tutto il tempo necessario. Tuttavia, se fate una scelta, potete selezionare un ridotto numero di cose che potrebbero essere visitate in un pomeriggio o in una mattinata, così da dedicare l’altra mezza giornata ad altro a Kyoto. [Esempio : potreste dedicare la mattina presto al Ryoan-ji e Kinkaku-ji nella parte nord-ovest di Kyoto, e poi prendere la Keifuku Railways fino ad Arashiyama e trascorrere il pomeriggio. Oppure viceversa. Propongo questa soluzione perchè Ryoanji e Kinkaku-ji sono i punti di interesse più vicini geograficamente. Non vi venga in mente, ad esempio, di “programmare” di vedere Arashiyama lo stesso giorno del Kiyomizu-dera, oppure di Inari, perchè impieghereste moltissimo tempo a spostarvi da una parte all’altra].

Mappa di Arashiyama [Fonte : japan guide]

Se avete già in programma e avete prenotato un giro con il “Romantic Train” e magari anche la crociera, il vostro itinerario sarà pesantemente influenzato da questo “impegno” : vi consiglio quindi di lasciare questa escursione o per prima o per ultima.

1 – Una volta giunti ad Arashiyama, raggiungente il centro seguendo le indicazioni. La lunga strada che porta al ponte è molto carina, piena di negozi di artigianato e di ristoranti, in alcuni punti è anche accompagnata da piccoli corsi d’acqua. Camminando verso sud raggiungerete rapidamente il ponte, da qui godetevi il panorama! Al di là del ponte non c’è nulla di interessante, a meno che non siate intenzionati a visitare il Monkey Park (parco delle scimmie) del quale parlerò più tardi.

2 – Dirigetevi, seguendo le frecce, al Tenryuji Temple. 

[Scheda] Il Tenryuji è il più importante tempio di Arashiyama ed è il principale tempio della corrrente “Rinzai Zen” del buddhismo giapponese. Fu costruito nel 1339 dallo shogun Ashikaga Takauji. Takauji dedicò il tempio all’imperatore Go-Daigo, che era morto da poco tempo. Queste due importanti figure della storia giapponese erano infatti alleati finchè Takauji non decise di  ribellarsi all’imperatore per avere lui la supremazia sul Giappone. Costruendo il tempio Takuji intendeva quindi ingraziarsi lo spirito dell’Imperatore.

Gli edifici di questo tempio sono stati ripetutamente distrutti da incendi e guerre nel corso degli anni, e la maggior parte delle attuali stanze, inclusa la principale, chiamata Hojo; la Shoin e la cucina del tempio [Kuri] con la sua piccola torretta che la distingue, sono databili intorno al Meiji Period [1868-1912].

 A differenza degli edifici, il giardino è invece sopravvissuto nel corso degli anni nella sua forma originale. Creato dal famoso garden designer Muso Soseki, che anche disegnò i giardini del Kokodera e altri importanti edfici, questo bellissimo giardino è composto da un laghetto centrale circondato da rocce, pini, e con dietro il bellissimo panorama offerto dai monti Arashiyama.

[Info] Il Tenryuji è aperto tutti i giorni dalle 08:30 alle 17:30 (fino alle 17:00 da Ottobre a Marzo), l’ingresso costa 500 yen [più 100 yen per entrare nelle stanze]

3 – Dirigetevi verso la Bamboo Groves [seguendo le indicazioni o la mappa]. Quel poco che c’è da dire su questa foresta l’ho scritto nella presentazione. Attraversatela seguendo le frecce in direzione “Torokko Arashiyama” o “Okochi Sanso”. Ad Arashiyama sono venduti molti souvenir fatti con il bambù.

4 – Subito dopo una lieve salita vi troverete di fronte l’ingresso per la Okochi Sanso Villa. 

[Scheda]Questa villa altro non è che l’ex-abitazione del famosissimo [almeno in Giappone] attore Okochi Denjiro (1896-1962). Okoshi Denjiro (cui è dedicata una mostra fotografica all’interno di uno degli edifici della villa),  era un attore di film del genere “Jidaigeki e fu all’apice del suo successo intorno agli anni ’30-’40. Essendo lui un grandissimo estimatore dei parchi e dei giardini tipici dei santuari e dei templi giapponesi, fece riprodurre nell’ampia area della villa una serie di piccoli edifici sacri di Kyoto e altre città, con le rispettive cornici naturalistiche. Il parco si può dividere in 4 “aree” ognuna delle quali deve mostrare il meglio di ogni stagione. Quindi in qualsiasi periodo la visiterete ci sarà una parte particolarmente bella. Come dicevo, fu lui stesso a scegliere con attenzione come voleva ogni dettaglio della villa, che all’inizio fu sua abitazione. Dopo la sua morte, nel 1962, venne aperta al pubblico. Ci tengo a precisare che della villa possono essere visitati liberamente solo i giardini e alcuni edifici “ausiliari” mentre la casa vera e propria è privata ed è impossibile accedervi. Poichè la villa si trova nel punto più alto della collina, se salirete fino in cima al parco godrete di un bello spettacolo : da una parte è infatti possibile vedere praticamente tutta Kyoto, dall’altra il fiume Hozu e i monti Arashiyama. Nel biglietto di ingresso  [dal prezzo piuttosto salato] è compresa la degustazione di un dolcetto insieme ad una tazza di thè. Il thè che vi offriranno è vero thè verde dalla consistenza “pappettosa” e il sapore molto amaro [mica per niente, viene tradizionalmente accompagnato con qualcosa di molto molto dolce]. L’edificio più carino secondo me è il Tekisuian, sala da thè. Un piccolo edificio con il pavimento tatami, immerso in un giardino fatto di muschio, al quale si accede “saltellando” su grosse pietre, immerso tra centinaia di aceri.

[Info] La villa è aperta dalle 09:00 alle 17:00. Nessun giorno di chiusura. L’ingresso costa 1000 yen ed è compresa una tazza di thè verde servita con un dolcetto.

Uno dei tanti giardini della Villa

5 – Uscendo dalla villa ri-entrate nella strada che percorrevate uscendo dalla foresta di bambù, dopo poco vi troverete ad un grosso bivio (anzi, trivio) ove si trovano : la stazioncina Torokko Arashiyama [Vedi articolo sul Romantic Train], una strada che vi riporta in centro [verso destra] e una strada che vi conduce ancora più a nord fra i monti. A seconda dell’itinerario che avete preparato e dal tempo che avete speso per arrivare fino a qui, decidete voi quale strada percorrere (ma và?). Se proseguirete troverete, in ordine le cose che elenco qui sotto : scegliete quali visitare tenendo conto del tempo e delle finanze… e dell’ispirazione! Tenete anche presente che verso le 16:30 tutti i templi chiudono. 

6 – Jojakkoji Temple

Orario: dalle 9:00 alle17:00 (ultimo ingresso16:30)
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 400 yen
Il Jojakkoji è il primo tempio che incontrerete dopo la Okoshi Sanso Villa, e dista da questa circa 10 minuti. Questo piccolo tempio che si trova sul versante della montagna fu fondato nel 1596. I suoi piccoli edifici e porte di ingresso, il tempio ha una atmosfera di quiete e raffinatezza. Lungo la scalinata che porta al tempio ci sono molti aceri e muschi. Da diversi punti si può godere un bel panorama di Kyoto. Questo tempio è famoso anche per la pagoda di Tahoto. 

7 – Nisonin Temple

Orario: dalle 9:00 alle 16:30
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 500 yen
Molto simile allo Jojakkoki [e situatogli accanto, verso Nord], il Nisonin è un tempio che si trova sul fianco della collina e ha edifici maggiormente più grandi e imponenti. Anche qui l’atmosfera è piacevole, soprattutto grazie ai maestosi alberi che affiancano il viale d’accesso. Fu fondato nel 9° secolo e il Nisonin è un tempio della sezione Tendai del buddhismo giapponese. Anche da qui potete godere di un bel panorama su Kyoto se raggiungete la parte più elevata. 

8 –  Gioji Temple

Orario: dalle 9:00 alle17:00 (ultimo ingresso16:30)
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 300 yen
Il Gioji se possibile è ancora più annidiato nella foresta dei precedenti due. Questo tempio deve il suo nome alla danzatrice Gio, vissuta nel periodo Heian. All’tà di 21 anni, Gio prese i voti in questo tempio dopo la sua storia d’amore con Taira-no-Kiyomori, il potente comandante del clan Heike, che preferì a lei la collega danzatrice Hotoke Gozen (la quale in seguito lo abbandonò per prendere anche lei i voti in questo tempio). Nella sala principale vi sono le statue lignee di Gio, Hotoke e Kiyomori, e anche la madre e la sorella di Gio (anch’esse monache). È noto soprattutto per il giardino di muschio e gli altissimi aceri. Il gate di ingresso e la piccola sala principale hanno il tetto di paglia. In particolare la sala principale ha anche una finestra rotonda con una bella visuale sui giardini.

9 – Takiguchi-dera

Orario: dalle 9:00 alle17:00 (ultimo ingresso16:30)
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 300 yen
Vicinissimo a Gioji si trova questo piccolo tempio la cui storia è legata ad una vicenda tragica! Takiguchi Nyudo un giorno vide la dama di compagnia di Kenrei Monin, una ragazza di umili origini di nome Yokobue, mentre danzava in occasione di una festa organizzata per ammirare la fioritura degli alberi. Egli decise che la voleva come moglie. Quando il padre gli rifiutò il permesso, Tokiyori abbandonò la sua vita normale e diventò un prete del Sanpo-ji, un tempio minore dell’Ojo-in. Yokobue andò a far visita a Tokiyori e gli suonò con il flauto una serenata, ma lui rifiutò di incontrarla poichè aveva già preso i voti. Distrutta dal dolore, Yokobue si annegò. Prima di uccidersi, scrisse con il suo sangue i suoi sentimenti sopra una pietra, che ora si trova all’ingresso del tempio.Il Takiguchi-dera fu costruito dove si trovava il Sanpo-ji, nella prima metà del ventesimo secolo. Le statue di Tokiyori e Yokobue si trovano nella Main Hall. 

10 – Saga-Toriimoto Preserved Street e Adashino Nenbutsuji Temple

Orario: dalle 9:00 alle17:00 (ultimo ingresso16:30)
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 500 yen
Una grande parte della strada che porta all’Adashino Nenbutsuji è stata preservata dello stile del periodo Meiji (1862-1912). La maggior parte degli edifici sono tradizionali machiya che servivano come residenza private ma furono poi trasformate in negozi e ristoranti. L’ Adashino Nenbutsuji è collocato alla fine di questa strada. Il tempio fu fondato all’inizio del 9° secolo quando il famoso monaco Kobo Daishi collocò qui migliaia di statue di pietra. Queste statue servivano a ricordare e dare degna sepoltura a defunti che erano state persone povere e bisognose che non avevano congiunti o erano stati abbandonati. Le anime di questi defunti vengono ricordate ogni anno con l’accensione di candele durante la cerimonia di Sento Kuyo e la sera del 23 e 24 Agosto [fonte : Lonely Planet]. Sul retro del tempio una breve camminata conduce ad una foresta di bambù. 

11 – Otagi Nenbutsuji Temple

Orario: dalle 8:00 alle 17:00
Chiusura : no giorni di chiusura
Tariffa ingresso : 300 yen
Dieci minuti di cammino più avanti c’è l’Otagi Nenbutsuji Temple, famoso per le sue 1200 statye di rakan, cioè devoti seguati del buddhismo, ognuna delle quali ha una differente espressione facciale. È stato creato recentemente, tra il 1980 e il 1990, e le numerore statue stanno intorno al tempio e coprono parte della montagna.

Alternativamente : Più o meno alla stessa distanza ma in un’altra direzione rispetto a questa serie di cose, c’è il Daikakuji Temple [guardando la semplice mappa qui sopra, si trova in alto a destra]. Poichè questo complesso di trova in una zona differente diverso al resto, vi conviene scegliere una o l’altra cosa. Se non volete rinunciare a nulla [ma in questo caso dovrete fare tutto molto di fretta] potete decidere di raggiungere il Daikakuji Temple dalla stazione di Saga Arashiyama con il bus N°91  (5 minuti, 190 yen, 2-3 bus ogni ora) oppure il bus N° 28 dal centro di Arashiyama (10 minuti, 190 yen, 2-3 bus ogni ora), dopo aver visto le altre cose.

> Scarica scheda del Daikakuji Temple  <

A seconda dell’ora che avete fatto, potete decidere di pranzare/cenare ad Arashiyama, ci sono molti ristoranti. Noi abbiamo trovato una fantastica locandina un po’ nascosta che fa okonomiyaki! Se volete lungo la via principale ci sono molti negozi di souvenir e di artigianato, ed anche bar con piccoli snack e invitanti dolcetti.

Altre cose che [se piacciono] si possono inserire nell’itinerario.

1 ) Il parco delle scimmie. Se vi piacciono questi animali, potrebbe piacervi visitare il Monkey Park Iwatayama. Il parco è sito nei monti Arashiyama, l’ingresso si trova a sud del ponte. Dopo una salita [ che la Lonely indica essere “moderatamente impegnativa”], i visitatori trovano un’area aperta con più di 100 scimmie che girano liberamente. Sono gli animali e girare liberi e gli esseri umani ad osservarli da una postazione chiusa. Da qui si gode anche una bella vista sulla città.  All’interno del parco si cammina parecchio, anche in salita.

Orario: dalle 9:00 alle 17:00 (fino alle 16 in inverno)
Chiusura :  Giorni con temporali o neve
Ingresso : 550 yen

Recensioni Tripadvisor : Link

2 ) Sagano Scenic Railway [Romantic Train] e crociera [facoltativa]. Clicca per l’articolo.

Spero di esservi stata utile, segnalatemi eventuali errori e/o suggerimenti🙂

One thought on “Kyoto : Arashiyama

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...