Due mete per chi ama i kimono: una a Kyoto e una a Kanazawa

Che belli i kimono! Vero? Se vi piacciono e ne siete appassionati, vi segnalo due posti che potrebbero interessarvi, uno a Kyoto ed uno a Kanazawa, entrambi facili da inserire in un eventuale itinerario. Si tratta del Nishijin Textile Center (a Kyoto) e del Kaga Yuzenkan (a Kanazawa).

Foto di @Robertino Zanni, Tokyo 2013

Foto di @Robertino Zanni, Tokyo 2013

A. Nishijin Textile Center (a Kyoto).

A questo link ufficiale (parte in eng) il sito spiega (in inglese) tutto quello che c’è da sapere su questo Centro Tessile, il nome nishijin, in particolare, altro non è che un metodo di tessitura. Presso questo centro potete :
– Vedere un’esposizione di kimono fatti con il metodo nishijin (come esposizione il Kaga Yuzenkan di Kanazawa è migliore) e oggettistica relativa ai kimono
Fare acquisti (attenzione perchè nello shop vendono semplici kimono stampati, non fatti col metodo nishijin, ma tanto lo capite dal prezzo)
Provare un kimono (obbligatorio prenotare, prezzo dai 3,600 ai 10,000 yen)
– Svolgere/assistere ad altre attività (vedere un artigiano all’opera e provare a tessere voi stessi, a pagamento)
Assistere ad una sfilata di kimono (Kimono Show) gratuitamente: qui sotto gli orari (i posti sono limitati, conviene arrivare con qualche minuto di anticipo)

kimonoshow

Info&Come raggiungere il Nishijin Textile Center: Il centro è aperto dalle 09.00 alle 17.00 e si trova vicinissimo al Nijo Castle. Si trova nell’intersezione tra la strada Imadegawa e la Horikawa. Ci arrivate sia con la metro (linea Karasuma, fermata Imadegawa) sia con i bus (ad esempio il 9, il 101, il 12 e il 51) alla fermata Horikawa-Imadegawa.

Textilecentermap

B. Kaga Yuzenkan a Kanazawa

Il Kaga Yuzen (link sito ufficiale) è invece un metodo di tintura dei kimono, da cui prende il nome questo centro, che si trova a Nagamachi il quartiere dei “samurai” e si trova dove si trovava una ex casa di samurai. E’ possibile visitare questo centro di artigianato che tra le altre cose vende ed espone (una bellissima collezione) kimono tinti con quella tecnica e anche altri capi di abbigliamento. Espone poi tutta la strumentazione utile per questa tecnica e mostra i luoghi dove viene fatto. Inoltre potete svolgere queste altre attività:
– Imparare voi stessi i rudimentali di questa tecnica colorando un quadrato di seta di 15cmx15cm installato in una cornicetta di legno per tenerlo fermo. Richiede dalle 2,5 ore alle 3 ore e costa 4,000 yen (lezione alle 9 del mattino e alle 13:30)
Provare un originale kimono Kaga Yuzen e farvi le foto: tempo richiesto 15-30 minuti (a seconda delle persone che attendono), costo 1,000 yen (+ costo della stampa della foto)
– (solo su prenotazione) Indossare un kimono e fare un giro per Kanazawa: costo 4,000 yen al giorno

Info&Come raggiungerlo. Il centro è aperto dalle 09.00 alle 17.00 con pausa da mezzogiorno alle 13.00. L’ingresso costa 350 yen. Si trova nel quartiere di Nagamachi, non distante dal santuario Oyama, potete quindi tranquillamente inserirlo nel vostro itinerario e raggiungerlo anche a piedi. A questo link orientamento e mezzi a Kanazawa, qui sotto alcune mappe per raggiungerlo.

Yunzekan map

 

Circumference map of Nagamachi Yuzen Kan

Around 
                        Korinbo, Kata-machi, and Naga-machi photo

Kanazawa : cosa fare e vedere

Era da un po’ che volevo fare un articolo su Kanazawa almeno introduttivo, perchè ritengo che sia una tappa assolutamente meritevole. Perchè? Per due motivi : 1- Il parco [Kenrokuen] 2 – Chaya District. Altri due motivi : 3 – Il castello 4- il Museo di arte contemporanea,  5 – Ninjadera 6- Ok la smetto…

Parliamoci chiaro, se uno ha tempi stretti a Kanazawa può anche non andarci, perchè è lontana dalle altre grandi città e soprattutto perchè : ha un parco stupendo, ma di bei parchi ce ne sono anche altrove; ha un castello, ma il castello di Osaka è più bello, ha il chaya district, ma Gion a Kyoto è spettacolare pure lui, ecc.ecc…. ma come potete capire anche voi tutte queste cose nel complesso rendono Kanazawa una meta molto appetibile, che vale una tappa, anche perchè può essere congiunta con una visita a Takayama e Shirakawa-go. Ho infatti inserito Kanazawa in questo itinerario e penso che meriti una visita.

Links :
Mio articolo su Orientamento e Mezzi
– Kanazawa Sito del Turismo [ENG] : sito molto completo ed esaustivo
– Eventi a Kanazawa : una lista stagionale di tutti gli eventi annuali in questa città, potete cercare se c’è qualcosa durante il periodo in cui sarete in Giappone e programmare una visita ad hoc.
– Altro sito con lista di Eventi a Kanazawa (2)
– Itinerari vari per la città
– Mappe di vario genere
– Lista dei piatti tipici di Kanazawa a seconda della stagione
– Consigli di EyeOn su dove mangiare e altro [Consiglio anche la sezione Culture di questo sito con tanti consigli su cose da fare come ad esempio Kimono Cosplay oppure visita ad una distilleria di Sakè oppure la lavorazione della foglia d’oro!]

Dopo l’articolo su orientamento e mezzi a Kanazawa, ecco qui quello dedicato a un po’ tutte le cose principali che si possono fare e vedere a Kanazawa : queste sono intorno al Parco Kenrokuen e il castello, quindi per visitarle basterà compiere un giro circolare intorno ad essi toccando i punti che vi interessano (oppure solo metà giro se determinate cose non sono di vostro interesse). In pratica poi è il giro che compie il Kanazawa Loop Bus : mappa qui. Qui di seguito illustrerò quindi le varie “attrazioni” in ordine circolare, partendo dell’Omicho Market e continuando circolarmente verso est, sempre avendo bene in mente che in centro al cerchio ci sono il parco e il castello.

Breve accenno alla storia della città : Durante il periodo Edo, Kanazawa era la città del Clan Maeda, il secondo clan feudale più forte dopo i Tokugawa e più grande dal punto di vista di dimensioni e produzione di riso. Kanazawa quindi divenne una città importante che poteva competere con Kyoto e Edo. Durante la seconda guerra mondiale, Kanazawa era la seconda città più grande del Giappone -dopo Kyoto- in cui moltissimi si rifugiavano dai raid aerei. La città fu salva dai bombardamenti quindi grande parte della città, tra cui quello che rimaneva del castello e i quartieri Nagamachi, si conservano oggi piuttosto bene. Oggi, Kanazawa è una città ancora importante ed è la capitale della Prefettura Ishikawa. 

Cominciamo…!!!

0 – Come premesso, ovviamente il centro di tutto sono il Parco Kenrokuen e il Castello : per info vi rimando all’articolo e alle schede che ho fatto su questi.

1 – Omicho Market : Il Mercato Omicho è il più grande mercato alimentare di Kanazawa sin dal periodo Edo. Oggi è un mercato colorato e vivace, che si trova in strade coperte e conta circa 200 stand. La maggior parte dei negozi è specializzato in pesce e prodotti del mare, ma si può trovare di tutto, dai fiori,a i vestiti, agli strumenti per la cucina e altro. Il mercato è vivo soprattutto la mattina presto, ma diventa interessante anche intorno a mezzogiorno quando i turisti e i locali ci si recano per pranzare, il piatto tipico è una ciotola di riso ricoperto con prodotti freschi del mare. Se volete, potete iniziare la visita della città facendo una tappa in questo bel mercato, scendendo alla fermata Musashigatsuji bus stop oppure potete recarvici per pranzare dopo aver visitato castello e parco.

Info :  Il mercato è aperto dalle 09:00 alle 18:00. Informazioni dettagliate sugli orari e altro a questo link.
Fermata : Musashigatsuji
Sito ufficiale -solo jap- : http://ohmicho-ichiba.com/

1BIS. All’inizio o alla fine di questo itinerario circolare potrebbe interessarvi anche inserire lo Yuzenkan, un centro specializzato in una tecnica di colorazione di kimono dove è possibile vederne esposti alcuni esemplari e scoprire di più su questa tecnica, oltre a svolgere varie attività. Tutte le informazioni su questo articolo dedicato.

2 – Confectionery Museum : Kanazawa è famosa per la pasticceria. In questo museo sono mostrati diversi metodi tradizionali di preparazione dei tradizionali dolci giapponesi (wagashi). Il museo si trova in una zona piena di pasticcerie.

Info : il museo è aperto dalle 09:00 alle 17:00, chiuso il Mercoledì, ingresso 300 yen

3 – Kazuemachi Chaya District e (al di là del fiume) Higashi Chaya District : per informazioni vi rimando all’articolo relativo ai Chaya District di Kanazawa. Si tratta di 2 quartieri molto ben preservati in cui erano (e sono) presenti le chaya, le sale da thè dove le geishe intrattenevano i clienti. Dei 2, l’Higashi (a nord-est) è quello più grande e interessante, vale assolutamente la pena passarci. [Oltre a questi poi ad Ovest c’è un terzo quartiere simile, il Nishi]

4 – Must see : Museo di arte contemporanea (21st Century Museum of Contemporary Art) : Questo museo ha aperto nel 2004 e si trova accanto al Kenrokuen ed è uno dei più popolari musei giapponesi nel suo genere. La sua architettura è unica e diversa da tutti gli altri musei della città : come potete vedere dalla foto qui sotto, il museo è composto da un grande edificio circolare dal diametro di 112 metri senza facciate e senza ingresso. Il museo non ha fronte e non ha retro, questo per impedire agli avventori di approcciare il museo (e quindi l’arte stessa) da un’unica direzione.  La parte centrale (ingresso a pagamento) ospita le collezioni temporanee, di solito una o due. Il museo ha anche altri spazi come una libreria, una sala lettura, e laboratorio per i bambini.
“In giro” per il museo ci sono poi alcune installazioni permanenti, che si possono vedere gratuitamente. Queste includono ad esempio la “Swimming Pool” (piscina) di Leandro Erlich, una piscina che fa apparire le persone che la guardano come sott’acqua; e il “Blue Planet Sky” di James Turrell, e altre. Il museo ospita opere di artisti sia giapponesi che internazionali.

Sito ufficiale : http://www.kanazawa21.jp/en/

Info sul museo :
Orari : Le temporanee dalle 10:00 alle 18:00 (Venerdì e Sabato fino alle 20:00). Invece gli spazi pubblici aperti dalle 09:00 alle 22:00.
Ingresso : L’ingresso varia, come dicevo, si paga solo per accedere alle mostre -no spazi pubblici e permanenti- e costa intorno ai 1000 yen.
Chiusura : Lunedì, e dal 27 Dicembre all’1 Gennaio.

5 – Deviazione per il Nishi Chaya District e il Ninjadera : linkate su entrambi per gli articoli relativi.

6 – Santuario Oyama. Questo santuario è dedicato a Maeda Toshiie, il primo e più potente lord del clan dei Maeda. Il santuario risale al 1599 e fu costruito dal successore di Toshiie, Toshinaga, sul Monte Utatsu. Successivamente fu spostato nella location attuale. Questo santuario è noto per il suo particolare gate di ingresso, che è disegnato da un architetto tedesco, usando elementi europei e asiatici, sempre religiosi. Al primo piano sono presenti elementi architettonici giapponesi e cinesi, invece i piani superiori hanno uno stile tedesco e hanno finestre di vetro. Questo gate d’ingresso si trovava una volta all’ingresso del Castello di Kanazawa, e fu spostato qui successivamente. Presso questo santuario si trova poi un statua di Toshiie, ci sono inoltre un bel giardino con un laghetto e alcuni ponti, che dovrebbero rassomigliare arpe e liuti.

Spero di essere stata utile… alla prossima! 🙂

Kanazawa : focus sui 3 Chaya Districts

Questo articolo fa parte di quelli dedicati a Kanazawa :
Kanazawa : orientamento e mezzi
– Kanzawa : cosa fare e vedere, itinerari (di cui fanno parte questi quartieri, qui spiegati più nel dettaglio)

Vi ricordo che potete scaricare la scheda in pdf di questo articolo nel caso abbiate voglia di stamparlo : clicca qui. 

Una chaya (letteralmente una teahouse, sala da tè) è un tipo particolare di ristorante dove gli avventori sono intrattenuti da una geisha o più geishe con performance artistiche, musicali o danzanti. Durante il periodo Edo le chaya erano collocate in particolari quartieri ad essere destinati, di solito appena fuori i confini della città. Ovviamente le chaya si trovano in tutto il Giappone, non solo a Kanazawa, ma la particolarità di questa città è che qui si trovano ben tre distretti chaya assolutamente ben preservati e quindi molto interessanti.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

I tre quartieri si chiamano Higashi Chayagai (ed Est), Nishi Chayagai (Ovest) e Kazuemachi. Sono posti affascinanti con edifici in legno e strade lastricate, che sembrano collocati in un’era differente dalla nostra. Ognuno dei tre quartieri ha alcune chaya ancora “funzionanti” cioè in attività, presso le quali è possibile scorgere la sera presto una geisha, mentre si dirige in una di esse.

Higashi Chaya District Nishi Chaya District

1 – Il quartiere Higashi Chaya District è il più grande dei tre e sicuramente il più interessante dei tre. Ci sono due chaya aperte al pubblico, la Shima Teahouse e la Kaikaro Teahouse. Gli altri edifici ospitano invece caffè e negozi. Uno dei negozi, Hakuza, vende prodotti fatti con la foglia d’oro, una specialità di Kanazawa, e ha una sala per la cerimonia del thè completamente ricoperta d’oro (nella foto sotto)

La Shima Teahouse (link del sito ufficiale, dove potete vedere molte foto e leggere informazioni) è molto ben preservata ed è stata trasformata in un museo, quindi oltre all’edificio di per sè potete anche ammirare i vari strumenti utilizzati dalle geishe. La Teahouse è aperta dalle 09.00 alle 18.00 e l’ingresso costa 400 yen. E’ aperta 365 giorni all’anno. All’interno potete anche bere maccha tea e mangiare un dolcetto al prezzo di 700/500 yen (a seconda del tipo di dolce).
La Kaikaro Chaya è invece ancora chaya attiva, ma apre le porte al pubblico. Nel costo d’ingresso (700 yen) è compresa una consumazione di tè. Aperta dalle 09.00 alle 17.00.
Hakuza (vicino a Shima), come dicevo, è invece un negozio : negozio che vende la particolare foglia d’oro, una specialità. Sul sito ufficiale potete trovare un gran numero di informazioni. La sala tutta ricoperta d’oro è stata fatta usando 40,000 foglie d’oro della dimensione di 10,9 cm x 10,9 cm! All’interno del negozio si può anche vedere come viene prodotta la lamina d’oro e ci sono in vendita diversi prodotti. Con foglia d’oro si intende una lamina (si può chiamare così? boh) d’oro dello spessore di circa 0.0001 mm!!! Kanazawa ne produce circa il 99% della produzione nazionale. Per farvi un’idea dell’enorme quantità di prodotti che si possono confezionare guardare lo shop-online di Hakuza : link. Cosmesi, cibo, decorazione, thè…!!!

2 – Il Nishi Chaya si trova vicino al quartiere Nagamachi e al Ninjadera, è più piccolo del primo e offre meno cose da vedere. C’è un museo, il Nishi Chaya Shiryokan, in cui si possono vedere la storia del quartiere, si trova all’interno di una chaya che ha anche una sala da thè, l’ingresso è libero ed è aperto dalle 09:00 alle 17:30.

3 – Il terzo quartiere è il Kazuemachi Chaya District, si trova vicino al primo e ha il minor numero di edifici, consiste principalmente in ristoranti e chaya.

Kanazawa : orientamento e mezzi

Per informazioni su Kanazawa vi rimando all’articolo relativo alla città e agli itinerari che suggerisco [che non so se pubblicherò prima o dopo questo]. Questo articolo è invece dedicato ad orientamento e trasporti della città (mezzi, abbonamenti, ecc.ecc.) più il “come arrivare”.

Come arrivare. Come potete vedere guardando una cartina del Giappone, Kanazawa (come Takayama) si trova dalla parte opposta, rispetto a Tokyo,delle Alpi Giapponesi, cioè si affaccia sul Mar del Giappone a Ovest del Paese. Per questo motivo raggiungere Kanazawa richiede spostamenti abbastanza lunghi e soprattutto che vi portano un po’ “fuori” rispetto ad un itinerario lineare Tokyo-Kyoto.

Raggiungere la città da Tokyo : Prendere il JR JOETSU SHINKANSEN da Tokyo fino a Echigo-Yuzawa e qui prendere il JR HAKUTAKA LIMITED EXPRESS fino a Kanazawa. Il viaggio dura 4 ore e coste 13,000 yen. Per chi ha il JPR conviene invece prendere il JR Tokaido Shinkansen da Tokyo fino a Maibara e qui prendere un espresso per Kanazawa, questo viaggio dura circa 4 ore ma è completamente coperto dal JPR [Viceversa l’altro costerebbe 1,450 yen perchè l’Hakuataka Limited Express non è completamente coperto dal Pass].
Per risparmiare [se non avete il JPR] potete prendere un bus, il viaggio dura 7-8 ore e costa circa 8000 yen. Ovviamente ci sono tariffe scontate, ad esempio della Willer Express (sui 5000 yen) e ovviamente potete usare il Japan Bus Pass [per tutte le info vi rimando al mio articolo relativo ai bus]

Raggiungere la città da Kyoto : Prendere il limited espress Thunderbird che connette direttamente le due città. Il viaggio dura 2 ore e costa 6200 yen (senza posto riservato) o 6700 yen (posto riservato). E’ coperto dal JPR. Una o due partenze ogni ora. Il bus ci mette invece circa 4 ore e costa dai 3500 ai 4000 yen. Ci sono numerose corse diurne e anche corse notturne, operate dalla Nishinihon JR Bus. [Il JPR non è valido su questi bus, e cmq se lo avete meglio prendere il treno]

Hint : Poichè Kanazawa dista “solo” due ore di viaggio da Kyoto, potrebbe essere da voi contemplata come gita in giornata. Se programmerete bene la vostra giornata potreste riuscire a vedere tutte le cose principali [perchè per fortuna sono tutte vicine], lasciando magari il museo per ultimo [se interessa] perchè chiude dopo tutto il resto. 

Orientamento in città. 

Il centro di Kanazawa è il Castello, a distanza di due km da questo c’è praticamente tutto quello che potrebbe interessarvi vedere, quindi per chi non ha problemi a camminare la città può essere girata a piedi, una volta raggiunto il centro. La stazione di Kanazawa infatti si trova non in centro, per raggiungere il quale vi servirà un bus (circa 10 minuti di tragitto) : centro e stazione sono ben connessi e la tariffa regolare è di 200 yen per muoversi dalla stazione al centro.

Utile per i turisti è la Kanazawa Loop Bus (color giallo nella mappa sopra) che connette la stazione a tutti i siti di interesse compiendo un giro circolare. Passa un mezzo ogni 12 minuti e costa 200 yen a corsa oppure 500 yen il pass per un giorno (che include alcuni sconti). A questo LINK tutte le informazioni sul Loop Bus, con fermate, orari, mappa e tariffe. MAPPA DELLE FERMATE : LINK.

Il simpatico Kanazawa Loop Bus

Altro bus comodo per il Kenrokuen Shuttle Bus [rosa sulla mappa], che parte dalla stazione ogni 20 minuti e vi porta al Kenrokuen. Questo bus però c’è solo nei week-end e durante le feste nazionali, ma da Marzo 2014 ci saranno corse tutti i giorni. Il costo di una corsa su questo bus, per il weekend, è di soli 100 yen e passa ogni 15 minuti. [Questo bus è perfetto se avete solo intenzione di raggiungere il centro dalla stazione e poi girare a piedi]. Altro bus comodo è il Machi Bus [color senape sulla mappa sopra] che fa un giro un po’ più ampio e va molto bene se volete raggiungere il distretto Chiya, questo bus parte ogni 20 minuti e una corsa costa 100 yen. Il Machi Bus opera però solo durante il weekend.Ultima ma non meno importante c’è la JR Bus Line che connette la stazione con il Kenrokuen ed è coperto dal JPR : ci sono 2-3 connessioni per ora e il viaggio dura circa 12 minuti (senza JPR costa 20 yen).

In poche parole : se siete alla stazione e non pensate che vi servirà il pass giornaliero, salite sul primo bus in direzione Castello e tanti saluti!! 🙂 Tutti i bus partono di fronte alla stazione.

Un particolarità : il Light-Up Bus!
Ogni Sabato sera è attivo questo servizio simpatico : una gita in bus che vi porta in vari punti della città che sono illuminati in maniera particolare.  Ad ogni fermata potete decidere di scendere e poi risalire con il bus successivo, oppure rimanere sul bus e fare tutto il giro [è un giro circolare]. Ogni corsa costa 200 yen oppure potete comprare un biglietto valido tutta la sera che costa 300 yen.  Il primo bus parte dalla stazione alle 19:00 e l’ultimo alle 20:50, ne passa uno ogni 10 minuti. A questo link c’è la mappa e a questo link tutte le info.

Spero di esservi stata utile, alla prossima!

Kanazawa : Ninjadera

Anche a Kanazawa (oltre che a Iga Ueno, leggi qui) potete vivere un’esperienza ninja recandovi al Ninjadera, ufficialmente Myoryuji. A Kanazawa  ci sono tante belle cose da fare, ma questa vale sicuramente una visita anche perchè si trova in una zona molto interessante, inoltre se non avrete occasione di andare a Iga Ueno o altri posti simili, avrete qui la possibilità di un piccolo assaggio del mondo ninja (anche se a dire il vero, come spiego più sotto, il ninjadera viene chiamato così anche se coi ninja non aveva nulla a che fare!)

Links :
Link sito ufficiale (JAP)
– Kanazawa Tourism [ENG]

Cos’è.
Il Myoryuji Temple, come dicevo, viene comunemente chiamato Ninjadera, cioè “Tempio Ninja” : fu costruito dai lord Maeda, che regnavano sulla regione nel periodo Edo, in particolare fu costruito come luogo di preghiere per Lord Maeda Toshiie quando costui si trasferì al castello di Kanazawa. In seguito il Myoryuji, così come gli altri templi nella zona, in previsione di un atteso attacco da parte del governo centrale (in quel periodo lo shogunato era Tokugawa), fu trasformato in una “roccaforte” difensiva: sistemi di difesa e di fuga nascosti e complessi, in modo da poter avvertire il castello nel caso di un attacco. Il tempio insomma non era minimamente associato ai ninja, ma si è guadagnato questo nome per i suoi elaborati strumenti di difesa.

Questi sistemi di difesa includono passaggi nascosti, stanze segrete, trappole e un labirinto di corridoi e scale. L’edificio infatti può essere visitato solo con l’ausilio di una guida (è richiesta la prenotazione), guida che parla solo giapponese… sono tuttavia disponibili su richiesta delle eccellenti guide in inglese.

Informazioni generiche, sulla prenotazione e sul tour.

Orario : Dalle 09 alle 16.30 (fino alle 16 d’inverno)
Chiusure : 1 Gennaio e  altre rare chiusure irregolari [informarsi prima]
Costo :  Il tour costa 800 yen [info qui di seguito]

Il tour all’interno del tempio dura circa 1 ora e di solito ci sono dalle 10 alle 30 persone. Il tour, come dicevo, è in giapponese, ma ai turisti viene dato un libretto in inglese che spiega tutto. Il tour va prenotato telefonicamente [076-241-0888, potete chiedere al vostro hotel oppure all’Ufficio Turistico di prenotare per voi]; se non riuscite a prenotare potete comunque recarvi lì e chiedere se c’è posto nel tour successivo [se fosse tutto prenotato, dovrete aspettare il successivo ancora, ma difficile che succeda]. Durante il tour deve esserci completo silenzio quindi non sono ammesse “guide personali” [che traducono ad alta voce per voi] nè bambini rompiballe [no purtroppo non è vero, anzi i bambini pagano ridotto]

Come arrivarci.
Il Ninjadera si trova nel Teramachi District vicino al bellissimo distretto chaya di Kanazawa (Kanazawa ha tre distretti di questo tipo ottimamente conservati e imperdibili, chaya significa sala da thè e sono quei ristoranti del periodo Edo in cui i clienti venivano intrattenuti da geishe).
Per arrivarci potete prendere il bus dalla Kanazawa Station (Uscita Est, fermate n°7-8-9) e scendere alla fermata Hirokoji (20 minuti, 230 yen, corse frequenti), da qui potete arrivare al Ninjadera a piedi in circa 5 minuti.

Manca qualcosa? Segnalalo nei Commenti o sulla Pagina Facebook!