[Kyoto] Haradani-en: un giardino privato aperto durante l’hanami

Hanami! Quante volte ne abbiamo parlato? Tante (1,2,3…), ma mai abbastanza. A Kyoto, e più precisamente nella zona nord-ovest (dove c’è il Padiglione d’Oro, per intenderci), c’è l’Haradani-en, un giardino privato che apre i battenti solo in occasione delle fioriture stagionali. Non si trova sulle guide e la maggior parte dei visitatori è giapponese, ma dalle foto che potete vedere (questa la gallery del sito ufficiale) vi accorgerete quant’è bello. In questo articolo come sempre vi dirò come arrivarci, informazioni utili, caratteristiche e come inserirlo all’interno del vostro itinerario.

Fonte: sito ufficiale

Cos’è. Si tratta di un parco privato di 13,000 mq con una vegetazione ricchissima e con tantissimi ciliegi di diverse varietà, più altri (azalee, rododendri, meli, ecc.ecc.). Le informazioni a disposizione non sono molte, essendo un posto meno battuto (turisticamente) degli altri: non solo perchè è meno conosciuto, ma anche perchè non è semplice da raggiungere (il metodo più facile per arrivarci è il taxi) trovandosi, tra l’altro, in cima a una collinetta; e soprattutto perchè il biglietto d’ingresso è abbastanza caro (1,200-1,500 yen).

Come raggiungerlo. L’indirizzo esatto è questo: Haradani-en – 36 Okita-yama, Haradani Inui-cho, Kita-ku, Kyoto. Lo trovate su Google Map. Si trova a circa 2,2 km dal Padiglione d’oro, il che lo rende raggiungibile anche a piedi  (30-40 minuti, in salita), ma l’alternativa migliore è il taxi, essendo così breve la corsa (5 min). Per quanto riguarda i mezzi pubblici, c’è questo bus M1 che parte dalla lontanissima stazione Kitaoji della metro (Karasuma Line) e arriva ad Haradani, facendo alcune fermate intermedie (una davanti al Kinkakuji, fermata Kinkakuji-michi).

Haradani-en-map

Informazioni. Aperto dalle 9 del mattino alle 17,00; ingresso 1200 yen durante la settimana/1500 yen durante fine settimane o giorni festivi. All’interno è possibile acquistare da bere e anche da mangiare diversi tipi di bento anche abbastanza lussiosi (con sushi di prima qualità). Quest’anno (2015) la specialità è questo bento:

Itinerario. Ovviamente questo bel parco è da visitare quando visiterete la zona nord-ovest della città, e quindi Kinkaku-ji e/o Ryoan-ji.

Spero di avervi dato un consiglio utile!

Annunci

Inside Kyoto: itinerari e altro

Girando per il web ho trovato questo sito molto ben fatto : http://www.insidekyoto.com/

Il sito è in inglese, ha diversi approfondimenti interessanti (secondo me hanno un accettabile grado di approfondimento senza essere pesanti), e ho trovato fatta particolarmente bene la parte dedicata ai Kyoto Districts, semplice e chiarificatrice, con una bella “mappa tematica” che trovate a questo link in fondo alla pagina. (che vi incollo qui sotto come immagine, sul sito è cliccabile)

Fonte : Inside Kyoto

Fonte : Inside Kyoto

 

La parte più interessante però è senza dubbio quella relativa agli itinerari. Come sapete io ho già scritto un articolo a tale proposito, presentando la mia idea di itinerario per Kyoto e in particolare costruendo 3 o 4 giornate tipo da potersi giostrare come si vuole.

Inside Kyoto propone itinerari per 2, 3 4 o 5 giorni, e inoltre un itinerario dedicato a “Gli amanti dei giardini“, uno per gli “Amanti dei Templi“, uno per gli “Amanti dello shopping” ed infine uno per “Camminatori“.

Gli itinerari non sono male ma purtroppo hanno un problema, problema in mia personalissima opinione comune a chiunque tenti di strutturare itinerari a giornate “fisse”, e cioè che la differenza tra l’itinerario per 1 giorno e quello per 2 è che tengono uguale la giornata 1 e ne aggiungono un’altra, per fare l’itinerario da 3 prendono le prime due e aggiungono una terza, e così via… il risultato qual è? Un gran casino! Avendo a disposizione una sola giornata, infatti, si trotta come dei matti per vedere le cose principali, cosa che è inutile fare avendo più giorni. Mi spiego meglio, se ci si organizza per tre giorni, il giorno 1 NON può essere lo stesso dell’itinerario da 1 giorno, ma deve essere una giornata pensata sapendo che la tal cosa si potrà vederla il giorno 2 o il giorno 3 inserendola più coerentemente nei nostri spostamenti. E così via…

A parte questo difetto di base, trovo che gli itinerari di Inside Kyoto siano abbastanza buoni, ed in particolare sfiziosi quelli a tema. Se volete quindi dateci un’occhiata e fatevi ispirare 🙂

[ Foto 2011]

[ Foto 2011] Higashjiyama Sud