Momiji-gari : cosa, dove, quando

Visto che l’autunno sta arrivando, dopo il mio articolo sull’hanami eccone uno dedicato al momiji-gari, cioè la versione autunnale dell’hanami, che ha per oggetto anzichè il godimento dello spettacolo della fioritura dei ciliegi, quello offerto piuttosto dai colori rossi e gialli dell’autunno, in particolare degli aceri che con l’arrivo del freddo trasformano il colore delle loro foglie in varietà di rosso di estrema bellezza e particolarità.

Nikko, 2012

Nikko, 2012

Così come l’hanami, anche questa occasione è da non perdere, e decidere di organizzare il proprio viaggio per l’autunno è un’ottima idea. Ogni anno, a cominciare da Settembre, piano piano il colore delle foglie inizia a mutare.

Quando.

Poichè il Giappone è un Paese abbastanza esteso, i colori autunnali sono presenti in diversi punti del Paese per quasi tre mesi. Logicamente, inizia prima dove inizia il freddo, quindi da Nord verso Sud, a cominciare dall’Hokkaido e poi verso Tokyo e Kyoto. Di solito queste due città raggiungono il momento migliore verso metà Novembre. Dalla nostra c’è che i colori autunnali durano di più della fioritura del ciliegi, e cioè un paio di settimane.

Fonte : Japan-Guide

Fonte : Japan-Guide

Nella foto qui sopra c’è un’indicazione dei tempi “medi”.  Ecco dunque qui sotto una lista del periodo di solito atteso per i colori autunnali nelle città più importanti dal punto di vista turistico.

Città

Inizio (media)

Fine (media)

Tokyo e Kamakura

Fine Novembre

Inizio Dicembre

Kyoto

Metà Novembre

Inizio Dicembre

Osaka

Metà Novembre

Inizio Dicembre

Hakone

Inizio Novembre

Fine Novembre

Nikko

Inizio Ottobre

Metà Novembre

Hiroshima e Miyajima

Metà Novembre

Metà Novembre

Oze

Fine Settembre

Metà Ottobre

Kanazawa

Metà Novembre

Inizio Dicembre

***Previsioni per il 2013***

Per il 2013 si prevede che comincerà la stagione il 20 Settembre. Per tutti gli aggiornamenti seguitemi su Facebook.

Gli alberi.

Il re dei colori autunnali è l’acero rosso. Infatti la parola “Colori autunnali” (che si pronuncia koyo) è scritta con gli stessi kanji di acero (che si pronuncia momiji). Gli aceri rossi sono alberi giapponesi e possono essere visti sia allo stato “selvatico” nelle foreste che coltivati e selezionati in diverse qualità e declinazioni di colore, poichè sono sempre stati usati a scopo decorativo.  Per questo motivo si trovano, insomma, un po’ ovunque, e il loro colore cambia prima in giallo, poi arancio, ed infine in uno spettacolare rosso acceso. Li trovate nei giardini, nei templi, nei parchi cittadini e così via.

Altro albero spettacolare è il ginkgo (in giapponese icho), le sue foglie non diventano rosse ma di un giallo intenso di inaspettata pigmentazione. Anche i ginkgo sono diffusissimi nelle città e Tokyo l’ha scelto come sue albero simbolo.

Ginko a Tokyo

Naturalmente c’è una lunghissima lista di altri tipi di alberi che diventano di bei colori rossi, la cui varietà e bellezza può essere ammirata soprattutto nei boschi e sulle colline. Altro bellissimo albero è ad esempio il larice giapponese (karamatsu), unica conifera che cambia colore in autunno. Il larice rivaleggia con il ginko per il suo incredibile colore giallo. Tra gli altri, anche le foglie del ciliegio cambiano colore, anche se diventano di un arancione rossastro non memorabile.

 Dove.

I colori delle foglie autunnali possono essere goduti in diversi modi. Ad inizio stagione, naturalmente, per goderne bisognerà muoversi verso le montagne, seguendo le rotte per i posti più belli (con il treno, il bus, le funicolari ove necessario). Ad esempio noi due anni fa eravamo in anticipo per vedere gli aceri rossi a Tokyo, mentre invece a Nikko (più a nord ed in montagna) erano nella loro fase più spettacolare.

Nella seconda fase della stagione invece, i colori iniziano ad essere godibili anche nelle città, quindi nei parchi e giardini, soprattutto nei bellissimi giardini dei templi di Kyoto, città che è per altro interessata da numerosi eventi di illuminazione ad hoc pressi santuari e templi proprio per godere di questo.

Trovate a questo link di japan-guide una nutrita e ben dettagliata lista di tutti i parchi ed i posti più belli, tra cui io ho selezionato :

– La Ginko Avenue a Tokyo (nella foto sopra) cioè la Icho Namiki, una via piena piena di ginko dalla forma particolare
– Lo spettacolare Rikugien Garden di Tokyo : info e mappa qui
– Sempre a Tokyo, altro parco è il Koishikawa Korakuen : info e mappa qui
– Vicino a Tokyo : Nikko e Kamakura

– a Kyoto c’è l’imbarazzo della scelta : dalle spettacolari colline rosse di Arashiyama, poi ovviamente il Kiyomizudera e in generale un po’ tutti i santuari di Higashiama (ecco comunque a questo link una lista completa in ordine “cronologico”, dai primi agli ultimi a colorarsi, utile se siete appena fuori stagione e quindi vi interessa sapere dove andare se siete un po’ in anticipo o un po’ in ritardo)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...