Sumo : tornei, musei, cibo e quant’altro (focus on Tokyo)

Dedico questo articolo al sumo, attività della quale avete sentito parlare un po’ tutti ma che spesso non si conosce tanto bene. In particolare parlerà dei tornei di sumo e delle attività correlate al sumo (ad esempio MANGIARE!!) che potete svolgere a Tokyo, per passare un pomeriggio diverso da solito🙂

Link per cominciare :
Sito ufficiale dell’Associazione Sumo con tutti i tornei, gli appuntamenti, le informazioni etc.
Mio articolo su itinerario a Tokyo che può comprendere il quartiere Ryogoku

Il sumo è un particolare tipo di combattimento corpo a corpo giapponese, due lottatori esclusivamente maschi, detti rikishi, si affrontano con lo scopo di atterrare o estromettere l’avversario dalla zona di combattimento detta dohyo. Il sumo ha origini molto antiche ed in particolare si trattava di una performance quasi religiosa, fatta per intrattenere le divinità : per questo motivo il sumo ha anche una forma rituale e durante le giornate di combattimento sono molti i riti pre e post combattimento propiziatori o ben auguranti. Il “ring”, detto appunto dohyo, è sopraelevato e ricoperto da un sottile strato di sabbia, di solito un “round” dura pochi secondi, solo raramente arriva a durare più di un minuto. Nel sumo non ci sono categorie di peso nè limiti di peso, quindi un combattente può trovare di fronte a sè anche un avversario che pesa il doppio di lui : questo è anche il motivo per cui l’aumento di peso è uno dei punti essenziali nell’allenamento di un rikishi.

Il sumo può essere scoperto tramite : tornei, musei, e altre attività. Il sumo, come sapete, è praticato solo in Giappone e rappresenta in tutto e per tutto una delle peculiarità del Paese. E’ una loro tradizione antichissima e che coinvolge tantissimi giapponesi, quindi conoscerlo meglio e magari assistente ad un combattimento sono un modo interessante per conoscere e capire meglio i giapponesi, poichè fa parte della loro cultura.

I tornei di sumo.

Ogni anno in Giappone si tengono sei importanti tornei di Sumo : tre a Tokyo (Gennaio, Maggio e Settembre), uno in Osaka (Marzo), uno a Nagoya (Luglio) e uno a Fukuoka (Novembre). Ogni torneo dura 15 giorni duranti i quali ogni combattente ha un incontro ogni giorno. Ogni combattente fa parte di una classifica nazionale (banzuke) che viene aggiornata dopo ogni torneo a seconda delle performance di ognuno : chi ha un punteggio positivo (più vittorie che sconfitte) sale in classifica, e viceversa. Il livello maggiore si chiama Makuuchi, e all’apice della classifica c’è il campione, detto yokozuna. A differenza di tutti gli altri lo yokozuna non può essere retrocesso in classica : è lui stesso a ritirarsi quando le sue performance cominciano a peggiorare.

Come assistere ad un torneo.

I biglietti per i tornei si comprano “a giornata” cioè potete comprare un biglietto per ognuno (o solo uno) dei 15 giorni : o in anticipo o il giorno stesso. Possono essere comprati con anticipo o dal sito buysumotickets.com o anche nei convenience stores oppure direttamente allo stadio. Di solito i biglietti iniziano ad essere venduti un mese prima del torneo : le giornate di torneo che capitano durante giornate di festa nazionale sono rapidissimamente sold out, invece nei giorni “normali” di solito si trova posto. Anche se una giornata è già sold out vengono comunque venduti un numero di biglietti limitato per il giorno stesso, acquistabili allo stadio.

I biglietti sono di tre tipi diversi : quelli per posti vicinissimi al ring (praticamente sotto) che sono i più cari e più difficili da ottenere, e sono anche pericolosi perchè può volarvi addosso un leggerissimo combattente di sumo (ahah); poi c’è una serie di posti con sedute tradizionali giapponesi (cuscini su tatami), divisi in gruppi da 4 posti; poi ci sono i posti più economici e più lontani dal ring con classici sgabelli da stadio. I posti più “sfigati” e più economici sono quelli comprati il giorno stesso presso lo stadio. Se qualcuno è interessato ad assistere ad uno spettacolo senza spendere troppo può quindi recarsi allo stadio un giorno di torneo e provare ad acquistare un same-day ticket.

In questa foto si vedono i due tipi di posti più economici, quelli con cuscini e quelli con sgabello normale.

Una giornata “tipo” durante i tornei.

Gli incontri di categoria più bassa iniziano dalle 8:30 (negli ultimi 3 giorni di toneo, dalle 10:00), quelli di seconda categoria (juryo) dalle 15:00 e quelli della categoria top (makuuchi) dalle 16:00. Tra gli incontri di una divisione e l’altra ci sono delle cerimonie interessanti da guardare. L’ultimo giorno del torneo l’inizio di ogni categoria di incontri è posticipato di 30 minuti per lasciare il tempo per le premiazioni. L’orario migliore va dunque dalle 15:30 alle 18:00 cioè in tempo per vedere preparazione e scontri della categoria top.

Cosa fare se si vuole vedere il sumo ma non c’è nessun torneo nel periodo in cui si viaggia?

Se vi trovate in Giappone nel periodo sbagliato per il sumo, ci sono altri modi per assistere ad un combattimento. Ci sono ad esempio dei tornei “di esibizione” che si tengono per il paese tra un torneo ufficiale e l’altro, e poi ci sono occasionalmente cerimonie per il ritiro dei combattenti più forti e famosi. Le cerimonie di ritiro di solito comprendono anche delle gare, delle performance e anche dei rituali di taglio dei capelli. A questo link trovate le informazioni e il programma degli appuntamenti.

Al di fuori, invece, del sumo professionale, ci sono alcune università e scuole che hanno club di sumo e alcune possono essere visitate dai turisti e appassionati. A volte ci sono anche performance di sumo presso santuari, in occasione dei matsuri.

Altre attività : ad esempio visitare una palestra.

Anche se il modo migliore per apprezzare e conoscere il sumo è quello di assistere ad un torneo, si può anche decidere di visitare una palestra dove i combattenti si allenano. In queste palestre i vari praticanti di sumo vivono tutti insieme ogni momento della giornata, dal dormire al mangiare, agli allenamenti e anche passano insieme il tempo libero, sotto l’egido controllo del maestro. Ci sono più o meno 40 palestre in Giappone, e sono tutte nella zona di Tokyo, in particolare nel quartiere Ryogoku. Ovviamente solo un piccolo numero di palestre accetta visitatori e solo se accompagnati da una guida giapponese e se sono appassionati e hanno familiarità con il sumo. Inoltre i visitatori devono ovviamente sottostare alle regole della palestra e non disturbare, stando seduti anche per due o tre ore sul pavimento. Per questo motivo, per un turista straniero è praticamente impossibile visitarne una da solo, quindi il modo migliore è quello di prendere parte ad un tour organizzato : diverse compagnie offrono questo servizio che di solito costa sui 10,000 yen per una persona più 4,000 yen per ogni persona in più. Se siete interessati ad un tour potete ad esempio seguire questo link oppure questo link oppure questo link e poi c’è una lista a questo link.

Altre attività correlate al sumo (a Tokyo).
Il quartiere di Tokyo dove “si respira sumo” è Ryogoku (ci si arriva con la metro, omonima fermata). Camminando per le strade di questo quartiere e andando a mangiare in un ristorante di chanko nabe (vedi sotto) potrebbe facilmente capitarvi di imbattervi in qualche professionista!

– Il museo del sumo.

Questo piccolo museo si trova all’interno dello stadio di sumo Kokugikan (a Ryogoku, Tokyo) . All’interno c’è una rotazione di diverse esibvizioni-esposizioni, tra cui una collezione di ritratti di passati e attuali yokozuna (campioni), foto di eventi significativi nella storia del sumo e oggetti personali di professionisti ritirati. L’accesso al museo è gratuito ma durante i tornei è possibile visitarlo solo se si ha un biglietto per una giornata di torneo.

Orario di apertura : dalle  10:00 alle 16:30 
Chiusura : Weekends, feste nazionali, e tra una esibizione e l’altra 
Ingresso : gratuito
Mappa per lo stadio : link

– Il tempio Ekoin.

Prima che il primo stadio fu costruito nel 1909 i tornei si tenevano presso questo tempio, a pochi minuti dalla stazione di Rygoku. Oggi, i visitatori del tempio possono vedere una statua di pietra che onora i combattenti del passato.

– Ristorante di Chanko Nabe.

Il Chanko nabe è principale/tipico pasto dei giocatori di sumo. Si tratta di una pentola bollente posta sul fuoco che contiene diversi ingredienti, dalle verdure ai frutti di mare alla carne. Nel quartiere di Ryogoku a Tokyo c’è un altissimo numero di ristoranti che servono il chanko nabe per cui ognuno ha la possibilità di assaggiarlo, tra l’altro molti di questi locali sono proprio aperti da ex giocatori di sumo. Alcuni hanno addirittura un dohyo (ring) al loro interno, sul quale i campioni ritirati si fanno fare foto con gli avventori oppure su cui poter salire per provare l’esperienza!  Il prezzo di un chanko nabe può variare dai 1000 ai 3000 yen ma una porzione è sufficiente a saziare dalle 2 alle 3 persone. Nel quartiere ci sono tantissimi ristoranti quindi vi basta girare a piedi per trovarne uno, la Rouge Guide mi segnalava ad esempio il ristorante Tomoegata (2-7-16 Ryogoku. Sumida-ku) dove la porizione piccola costa 1,000 yen ed è più che sufficiente per una persona normale (mappa per arrivarci).

Di solito un giocatore di sumo si pappa una bella porzione di chanko nabe che può contenere dalle 5,000 alle 10,000 kcal!

– Santuario Tomioka Hachimangu. 

Il santuario Tomioka Hachimangu è il sito dove si sono tenuti per più di cento anni i tornei di sumo durante il periodo Edo (1603-1876). Oggi presso il santuario ci sono monumenti con i nomi degli antichi campioni (yokozuna e ozeki, rispettivamente campioni e secondi classificati). C’è anche una piccola sala del tesoro con esposti degli oggetti legati al mondo del sumo e con dei legni con incise sopra le vecchie “classifiche”.

Orari: Sempre aperto (Sala del Tesoro invece dalle 9:00 alle 15:30)
Chiusura: Nessun giorno di chiusura (Sala del Tesoro chiusa per le feste di fine anno)
Ingresso : gratuito (Sala del Tesoro 200 yen)
Mappa per trovare il santuario : link

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...