Telefoni in Giappone

Un aspetto che potrebbe interessarvi è quello della telefonia. Questo articolo vuole fare chiarezza su un po’ di cose basilari riguardo i telefoni, quindi :

Quali telefoni cellulari funzionano? Se qualcuno di voi avesse la necessità di usare il proprio telefonino per comunicare a casa (non la scelta più economica di sicuro) deve premurarsi di accertare che il suo telefono possa funzionare. Il vostro cellulare per essere compatibile deve essere 3G UMTS 2100 MHz o 3G CDMA 2000 800 MHz. Nelle aree più popolose sarete connessi al network SoftBank 3G, ma la Softbank non copre tutto il Giappone quindi in alcune aree più rurali o  in mezzo a palazzi molto altri potreste connettervi alla NTT DoCoMo. La Softbank opera a  2100MHz W-CDMA, la NTT Docomo opera a  2100 e 850 MHz W-CDMA. Non posso quindi dare indicazioni più precise di queste, giacchè ogni modello di telefonino è diverso. Comunque l’Iphone a noi funzionava (Iphone 4) anche se non l’abbiamo mai usato se non come sveglia.

Per quanto riguarda le tariffe sia per telefonare che per utilizzare eventualmente il roaming, ognuno di voi si rivolga al proprio operatore.

Cosa fare allora per mantenersi in contatto con l’Italia senza dover spendere più di telefono che per l’intero viaggio?

Il mio consiglio spassionato (che poi è quello che ho fatto io) è utilizzare internet. Spesso negli alberghi è compresa nel prezzo la connessione in camera (o eventualmente si paga a parte, non particolarmente salate le tariffe); e in moltissimi locali come ad esempio caffetterie c’è la connessione WI-FI gratuita (a volte bisogna chiedere la password a volte nemmeno quella). Qui in fondo vi metto una lista dei Wi-Fi liberi nelle città. Quindi, o utilizzate il vostro telefono, vi connettete alla rete wi-fi, e mandate messaggi o chiamate tramite internet (N.B. Servono delle applicazioni apposite, non mi riferisco a SMS o chiamate tradizionali. Esempio : Whatsup, Viber, Skype. ecc.ecc.); oppure vi connettete direttamente dalla vostra camera d’albergo. Attenzione : molti alberghi (anche a Tokyo) offrono sì la connessione libera ma non wi-fi, bensì tramite cavo : in questo caso il telefono o il tablet non sarà sufficiente perchè appunto non hanno l’ingresso per il cavo. 

Io mi sono comportata così : ho portato dall’Italia il computer (uno piccolino nel mio caso) e l’ho sempre lasciato in appartamento. Ovviamente quando ho prenotato ho chiesto se era disponibile la connessione gratuita (risposta : sì). La sera, quando rientravo, mi connettevo e usando Skype telefonavo a casa (perfetto anche per il fuso orario). Attenzione : per chi non lo sapesse, con Skype si possono chiamare anche i telefoni fissi. Mi spiego meglio :

– Con Skype potete sia chiamare (gratuitamente) altri contatti Skype ovunque essi siano (soluzione ottimale se i vostri parenti/amici -insomma chi volete chiamare- sanno utilizzare anche loro questa “tecnologia”)
– Oppure con Skype potete chiamare anche i telefoni fissi, in questo caso a pagamento. Il costo delle chiamate è però IRRISORIO, bassissimo rispetto a una qualsiasi telefonata internazionale. Se non ricordo male era 2 centesimi al minuto. In pratica con una ricarica di 10 euro (ricarica del proprio account Skype, ovvio) abbiamo telefonato in due a casa tutte le sere, raccontandoci tutto il necessario. Sono avanzati anche dei soldi!

Ovviamente per fare ciò dovete possedere un notebook, un portatile, e mettere in conto che appesantirà un po’ la valigia. Vale però sicuramente la pena, in quanto non solo lo potrete usare per chiamare ma anche per controllare la sera prima i vostri itinerari, orari dei treni, posta elettronica, informazioni varie. Insomma se non lo avete fatevelo prestare !!!

Jibtel. Una lettrice del blog ha segnalato un altro metodo che può essere utile. Incollo direttamente qui il suo commento : Un’altra soluzione che avevo trovato io era quella di farmi chiamare al numero dell’albergo con Jibtel…è un servizio Voip, basta iscriversi sul loro sito e poi permette di chiamare direttamente da e verso telefono, cioé senza bisogno di connessione…noi ci siamo trovati molto bene, se volete dare un’occhiata il sito è http://www.jibtel.com/it/it/ [Grazie Caty]

Telefoni fissi e carte internazionali. Altra opzione è quella di utilizzare i telefoni fissi. Naturalmente il numero dei telefoni fissi è in diminuzione, ma se ne trovano ancora. Potete usare monete oppure le carte  telefoniche (che potete comprare sia nei supermercati tipo Seven Eleven, nei chioschi e anche in alcune macchinette) : quando comprate una carta telefonica compratela internazionale, cercando di spendere il meno possibile (vendono carte di varie compagnie, i prezzi cambiano!), specificate che Paese volete chiamare.

A questo link una comparazione dei costi delle varie carte che potete comprate divise per tipo, e costo al secondo (30 o 60 secondi) : http://www.callingcards-japan.com/europe/italy.html. Ovviamente questo elenco non è esauriente, ce ne sono chissà quante altre in vendita!

Ci sono due tipi di telefoni fissi, quelli verdi e quelli grigi/metallizzati. Quelli grigi fanno quasi tutti chiamate internazionali, quelli verdi non tutti, bisogna prima accertarsene. Per fare una chiamata internazionale :

  1. Digitare il prefisso 010 per la chiamata internazionale
  2. Digitare il prefisso del proprio paese ma togliendo lo zero (per l’Italia, basterà 39)
  3. Esempio : chiamare Roma (6) il numero da digitare sarà :  010 39 6 numero

Informazioni ulteriori.

– Dai telefoni fissi potete fare, nel caso ce ne fosse bisogno, anche chiamate locali. Il costo è 10 yen al minuto.
– Il numero da chiamare in caso di emergenza è il 119 per l’ambulanza, e il 110 per la polizia. Alcuni telefoni pubblici hanno un bottone rosso per le chiamate di emergenza.

Free Wi-Fi Tokyo e Kyoto (ovviamente non è una lista completa!!! sono alcuni punti!)

– Tokyo, A Shibuya (Proprio di fronte alla stazione dei treni di Shibuya, vicino alla statua di Hachiko. FREESPOT e FREESPOT2. Qui la connessione cade abbastanza facilmente però)
– Tokyo, A Shinjuku (Il punto con il segnale più forte è vicino a Yasakuni Dori, una delle vie principali che costeggia la parte est della stazione)
– Tokyo, A Roppongi (
Bali Puri Cafe Indonesian Restaurant B1F Hilliside Roppongi Hills Tokyo – chiedere la password allo Staff)
Tokyo, A Ginza (
Apple Store a Ginza, a 1 minuto dalla stazione della metro fermata Ginza uscita A9)
– Ecco un LINK con una nutritissima lista di free-spot a Tokyohttp://www.freespot.com/users/map-e/map_tokyo.html
– Ecco un LINK con lista di freespot a Kyotohttp://www.freespot.com/users/map-e/map_kyoto.html
– Per tutte le altre cittàhttp://www.freespot.com/users/map_e.html

Spero di esservi stata utile!

2 thoughts on “Telefoni in Giappone

  1. Post molto utile, complimenti!! Un’altra soluzione che avevo trovato io era quella di farmi chiamare al numero dell’albergo con Jibtel…è un servizio Voip, basta iscriversi sul loro sito e poi permette di chiamare direttamente da e verso telefono, cioé senza bisogno di connessione…noi ci siamo trovati molto bene, se volete dare un’occhiata il sito è http://www.jibtel.com/it/it/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...