NO AGENZIE : Costi di un viaggio in Giappone fai-da-te

È giunto il momento di scrivere questo articolo! Chi mi chiede informazioni sul viaggio mi pone spesso come prima domanda la seguente :

“Quanto costa un viaggio in Giappone?”

Non so bene per quale motivo, ma spesso si ritiene che questo tipo di viaggio si particolarmente costoso. Forse perchè parecchi anni fa era vero, ed era possibile andarci solo tramite agenzia, ma oggi naturalmente è tutto diverso.

Se non ti interessano i preamboli logorroici che scrivo, vai subito alla fine dell’articolo dove parlo di SOLDI🙂

Agenzie di viaggio? No, grazie! Mi preme abbastanza parlare di questo argomento perchè io sono mortalmente convinta che le Agenzia di Viaggio che organizzano viaggi in Japan siano assurdamente care. Io sono abituata da sempre ad organizzare viaggi fai-da-te, ma ovviamente per visitare alcune zone del mondo mi affiderei anche io ad una agenzia:  organizzarsi da soli è un pochino più faticoso che andare in agenzia e firmare un assegno, ma è sicuramente MOLTO MENO CARO (meno della metà), più divertente (a parere mio la preparazione stessa del viaggio è uno degli aspetti più belli) e soprattutto vi darà l’occasione (per forza di cose) di dover “studiare” il Giappone dal punto di vista geografico, climatico, storico, etc.. piccoli cenni indispensabili per poter organizzare un viaggio decente. Il mio blog è qui per questo, aiutare chi vuole arrangiarsi da solo con informazioni pratiche.

Organizzare il proprio viaggio non è semplicissimo ma con alcuni accorgimenti e consigli è indubbiamente alla portata di tutti. Visitare Tokyo, Kyoto, o qualsiasi altra città giapponese è esattamente uguale ad una visita di Berlino o New York, non c’è nessun limite particolare che vi potrebbe far pensare di aver bisogno dell’aiuto di un’agenzia. Prendere un treno tra Kyoto e Nara è esattamente come prendere un treno in Italia (anzi, meglio!). Andare in un ristorante di Kamakura a mangiare qualcosa è esattamente uguale al farsi una paella a Barcellona (anzi, più semplice!). Quindi non abbiate paura e non ascoltate chi vi dice diversamente, la prova è il fatto che io e altre migliaia di persone ci siamo andati da soli e siamo ancora vivi (e pure contenti).

Non è vero che non ci sono le indicazioni in inglese.

Non è vero che è difficile sposarsi e muoversi.

Lasciate perdere le agenzie di viaggio e spenderete meno, vedrete più cose, vi sceglierete voi l’albergo, mangerete dove vi pare! Mi spiace dire così perchè loro sono persone che lavorano ad offrono un servizio, ma finchè il prezzo dei pacchetti che propongono sarà così assurdamente alto (soprattutto rispetto alla qualità dei loro itinerari, che non sono niente di speciale) io mi rifiuterò di affidarmi a loro e tanto meno li consiglierò a qualcuno.

Parlando in soldoni. Detto ciò, passiamo a farci due conti in tasca! La prima cosa da considerare quando si fa un viaggio oltreoceano è ovviamente una : il tasso di cambio euro-yen. Non sottovalutate questo aspetto perchè un cambio favorevole vi può far risparmiare parecchi soldi : ad esempio il JPR (Japan Rail Pass) cioè l’abbonamento ferroviario (che vi ricordo può essere acquistato solo PRIMA di essere lì) viene comprato in yen, quindi a seconda del cambio il suo prezzo può oscillare parecchio (tenere presente che l’abbonamento per due settimane l’ho pagato nel 2010 circa 400 euro e nel 2011 circa 450 euro). Lo yen negli anni ha subito abbastanza oscillazioni, passando da un tasso di cambio molto favorevole (1 euro = 170 yen è stato il massimo raggiunto negli ultimi 20 anni) ad uno molto sfavorevole ( 1 euro = 100 yen). Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo il cambio è 107, di solito si assesta tra i 105 e i 120. Per il cambio valuta clicca qui. L’unico aspetto positivo del cambio 1 euro = 100 yen è che è molto semplice fare la conversione a mente!

Il biglietto aereo. Naturalmente una grande fetta di spesa riguarda il biglietto aereo. Un biglietto Alitalia tariffa “normale” costa circa 800 euro : ho però notato che Alitalia ultimamente più o meno ogni anno sputa fuori un’offerta to Japan : è appena finita un’offerta Roma-Osaka a 464 euro! Di solito le offerte Alitalia si assestano sui 500 euro circa, un prezzo ottimo da non farsi sfuggire. Più o meno anche altre compagnie europee fanno prezzi speciali : io ho volato ad esempio con l’ottima Swiss Air a circa 650 euro. Per cercare il prezzo del volo potete utilizzare uno dei classici motori di ricerca (Edreams, Expedia, etc.) : fate attenzione perchè alcuni siti visualizzano il prezzo iniziale senza tasse/bagaglio etc. Una volta trovato il prezzo che potrebbe interessarvi fate il check e la prenotazione sul sito ufficiale della compagnia! Qualsiasi offerta sotto i 600 euro è da cogliere al volo. Naturalmente mi sto riferendo a biglietti in classe economica a tariffa basic (insomma, il classico biglietto del quale non è modificabile nessun aspetto). Ho notato che la Aeroflot russa ha i prezzi più concorrenziali di tutte, ma a causa di alcune recensioni lette su internet io ho deciso di non prenotare mai un volo su quella compagnia. Il volo dura circa 11/13 ore (A/R) quello diretto, se non volate con Alitalia e fate scalo naturalmente qualcosina in più.

Albergo. Altra fetta importante naturalmente riguarda le spese alberghiere. Le sistemazioni offerte naturalmente sono infinite, che variano anche per fascia di prezzo. A seconda dei vostri gusti quindi potete scegliere o l’ostello oppure l’albergo più lussuoso del mondo. L’importante è sapere che anche la sistemazione più economica non vi metterà a rischio come potrebbe essere farlo in Italia e ritrovarsi in posti decadenti e impresentabili. I giapponesi culturalmente parlando non sanno che cosa significhi “fregare il povero turista ignorante che arriva dall’altra parte del mondo“. Una sistemazione molto economica quindi sarà in una posizione non ottimale rispetto ai mezzi pubblici, oppure le stanze saranno particolarmente piccole, avrete magari il bagno condiviso etc, ma non significa che ci sono buchi nel muro etc. La sistemazione media in albergo varia come prezzo anche a seconda della città (Tokyo ad esempio è un po’ cara rispetto al resto del Giappone, ma meno cara di Milano o Roma). Io l’anno scorso spendendo 45 euro a notte (a testa) ho ad esempio soggiornato sia a Tokyo che a Kyoto in un lussuoso ApartHotel. Calcolate quindi di spendere circa 40 euro a notte (a testa) se decidete di stare in un albergo medio, di meno se decidete di stare in ostello o in ryokan. N.B. Con il termine ryokan si indicano diverse tipologie di alloggi. La locanda ryokan infatti, così come un albergo, può essere sia molto lussuosa sia molto economica. Alcune ryokan storiche e di lusso supremo sono ad esempio la tipologia di alloggio più cara esistente, mentre invece la ryokan intesa come locanda a conduzione familiare con bagni comuni etc. è di solito un’opzione a risparmio. (Ne parlerò più approfonditamente nel’articolo che voglio fare sugli alloggi).

Trasporti. Una delle poche cose veramente care in Giappone sono i trasporti. Ovviamente è impossibile fare una stima dei costi perchè dipende da troppe cose : itinerario, gusti personali, etc.etc. Diciamo che nelle città dovrete usare la metro o i bus (una corsa costa in media circa 200 yen). Per spostarvi tra le varie città potrete invece usare i treni (opzione più comoda ma più cara) oppure i bus diurni e notturni (opzione molto più economica). Se scegliere di usare i treni potrebbe convenire l’acquisto di un JPR. Se si vuole risparmiare bisogna stare attenti ai numerosi abbonamenti che vengono offerti ai turisti. Ho cercato di essere molto esauriente sui trasporti e sulle tariffe in miei precedenti post, quindi vi rimando a quelli! (li trovate nella categoria TRASPORTI)

Tutto il resto. Una volta che avrete prenotato il volo, l’albergo, e pensato a come vi sposterete, le grandi spese sono finite. Non vi resta che calcolare cosa spenderete per mangiare e per i luoghi di interesse (i souvenir li lascio fuori dal conteggio ovviamente!). Mangiare è economico. A pranzo si spende particolarmente poco, invece a cena di solito qualcosa di più : si può ovviare o alloggiando in un appartamento o Aparthotel con cucina e mangiare a casa, o anche in tanti altri modi come ad esempio comprando cibi già pronti al supermercato, mangiando in locande a poco prezzo, tenersi leggeri a cena etc.etc. Esistono comunque una infinità di locali aperti fino a tardi in cui mangiare economicamente : non si tratta di ristoranti veri e propri ma soluzioni ottime lo stesso. A pranzo con circa 1000/1500 yen ve la cavate tranquillamente, ovviamente se avete intenzione di sedervi in un ristorantino etc : se vi accontentate di uno snack o di una merenda anche meno. Quasi tutti i ristoranti hanno menù di mezzogiorno molto convenienti (set lunch) dei quali conviene approfittare : sono menù più che “sazianti” composti di solito da un piatto principale a base di carne o pesce accompagnato da riso bianco, zuppa di miso, insalata, e altre cose variabili (sott’aceti giapponesi, verdure, etc.). Nei supermercati sono sempre a disposizione pasti già pronti più onigiri, polpettine, vedure, panini, sandwich etcetc per pasti economici ma buoni *_* [Parlerò più approfonditamente nell’articolo che scriverò sui pasti].

Ultima spesa da tenere i conto sono gli ingressi ai musei/santuari/templi. Molti santuari e templi sono ad ingresso gratuito, se andate a risparmio magari tra le tante opzioni scegliete quelle gratuite (anche se di solito quelli più belli e famosi sono a pagamento). L’ingresso non costa molto, di solito 2-3-4 euro, tuttavia se in una giornata ne visiterete molti diventerà una spesa considerabile. I musei costano circa 7-8 euro e ce ne sono numerosi gratuiti.

Ricapitolando ecco una stima che potreste preventivare per un viaggio di due settimane :

volo (700 euro circa) + albergo (550 euro circa) + trasporti (400 euro JPR + 100 extra) + extra mangiare e ingressi (500 euro) = tot 2220 euro. Tenete presente che queste cifre le ho calcolate dormendo in un albergo di buona categoria, viaggiando sui treni shinkansen nel massimo del comfort , con 40 euro di extra al giorno (parecchi!) e con un volo aereo non in offerta. 

Tenete conto che un viaggio del genere con l’agenzia vi costerebbe circa 5000 euro esclusi i pasti (se non di più). 2120 euro è una stima molto vaga, perchè trovando un volo più economico, dormendo in ostello, viaggiando con i bus notturni e mangiando meno volte al ristorante, spendereste notevolmente meno : volo (500 euro) + trasporti (200 euro) + ostello (300 euro) + extra (350 euro) = tot 1350 euro

Io l’anno scorso sono riuscita a spendere 2.200 euro precisi stando via 18 giorni, abbonamento del treno (450 euro!!!), ApartHotel, volo Swiss Air : certo non ho speso quasi niente in souvenir e ho risparmiato su altre cose (niente ristoranti di lusso), però abbiamo dormito come dei re, viaggiato comodi, e mangiato tante cose buone cucinate da mama-san giapponesi nelle loro piccole accoglienti ed economiche locandine🙂 E avevamo anche il cambio sfigato 1 euro = 100 yen!

Spero di essere stata di aiuto, per eventuali domande e informazioni lasciatemi un commento!!!

28 thoughts on “NO AGENZIE : Costi di un viaggio in Giappone fai-da-te

  1. Bell’articolo, davvero molto utile! Si vede che hai esperienza e che ti piace soggiornare bene😄 (albergo di buona categoria, viaggiando sui treni shinkansen nel massimo del comfort) Quasi quasi mi faccio organizzare un viaggio da te , hai pensato proprio a tutto!

  2. Ciao, complimenti per i dettagli! Ti ricordi in che periodo dell’anno Alitalia tira fuori il “biglietto magico” per il Giappone?

  3. Ciao Ale, grazie! Di solito a inizio anno, adesso infatti hanno Milano-Tokyo a 675, Venezia-Osaka a 665. Hanno anche Roma-Tokyo sui 700 (vedi tutto nella sezione OFFERTE nel sito ufficiale). Non è uno sconto esagerato ma comunque qualcosa rispetto al biglietto “normale”. Però bisogna prenotare entro il 23 Febbraio. Tu quando volevi partire?

  4. Vorrei andare ad Osaka e sto vedendo i prezzi dei voli da dicembre: alla fine ho comprato ad inizio gennaio il diretto Alitalia Roma>Osaka (considera che io vivo a Pescara) a 1.000 euro, visto che fino a 2 settimane prima costava 850… purtroppo non ho neppure pensato ad altri aeroporti (Venezia), mi serve di lezione per il futuro!

  5. 1.000 euro è “normale” per una tratta con destinazione Osaka (tratta più cara della destinazione Tokyo), sì con l’offerta potevi risparmiare… Hai guardato anche altre compagnie? Ad ogni modo considera che se poi stai ad Osaka/Kyoto hai comunque risparmiato i soldi del trasferimento a/da Tokyo. Quando parti?🙂

  6. Sono pienamente d’accordo con te!! Anche se un po’ complicato, ho trovato entusiasmante cercare di organizzare da sola il viaggio ed ho già imparato tante cose sul Giappone di cui ero completamente all’oscuro!! Ovviamente devo ringraziare anche te che con i tuoi personali consigli mi hai aiutato a capire meglio la questione trasporti.. Forse la parte più critica di tutta l’organizzazione!🙂
    Noi andremo per due settimane ed il budget è quello che hai indicato tu più o meno.. per ora 1200, ma aggiungendo i soldi extra finiremo anche noi alla cifra indicata da te penso!😉

    Se posso vorrei chiederti solo due cose:
    1) Che assicurazione bisogna fare per il viaggio? noi ne abbiamo già fatta una per i bagagli (compresa nel prezzo dell’aereo), ma dal punto di vista sanitario cosa ci consiglieresti??
    2) Sapresti indicarci un sito affidabile da cui acquistare il JRP?

    Per il resto siamo a posto, mancano solo questi due dettagli a cui provvedere!😀
    Grazie di tutto!🙂

  7. 1) Assicurazione sanitaria assolutamente (compresa di norma nei pacchetti assicurativi dei viaggi)! Io ho fatto l’assicurazione di ViaggiSicuri (perchè la consiglia il brand delle guide Routard in cui io ho piena fiducia) e l’anno successivo ho fatto invece la Europe Assistance (la Europe Assistance nonostante il nome assicura anche viaggi all’estero, è molto nota e ben recensita). Io per fortuna non ho mai avuto problemi quindi non mi sono servita della copertura assicurativa : ViaggiSicuri costa meno, soprattutto se siete studenti sotto i 26 anni (mi pare), Europe Assistance un pochino più cara, circa sui 50 euro a persona. L’Assicurazione va assolutamente fatta perchè qualsiasi cosa succeda, anche piccola, rischi di spendere un capitale (metti che devi fare una radiografia ecc.ecc.). Mi raccomando di leggere bene le clausole generali e di ricordarvi di portarvi dietro i documenti dell’assicurazione (la clausola più importante di tutte è quella che obbliga l’assicurato a telefonare all’assicurazione PRIMA di essere eventualmente ricoverato e chiedere l’OK, avuto l’ok siete certi della copertura).
    Per completezza devi acquistare quindi un’assicurazione viaggi (di solito ne hanno di due o tre tipi, dalla più economica coi massimali più bassi e meno voci, all’assicurazione TOP oppure ORO che copre tutto lo scibile e con massimali alti o illimitati) : ti verrà chiesta la destinazione, l’età, la durata del viaggio, ecc.ecc… Se hai problemi a farla comunque chiedimi pure🙂

    2) Per comprare il JPR mi sembrava di averlo scritto… io comunque mi sono sempre rivolta ad HIS Italy e sono professionali ed onesti (puoi comprarlo sia in una delle loro sedi : Milano e Roma -mi pare-) oppure fartelo spedire -con un piccolo supplemento-. Ci sono anche altri siti che dicono di vendere il JPR a prezzi scontati ecc.ecc.. ma io non mi sono fidata, ho sempre usato HIS come agenzia (che ti applica comunque la tariffa ufficiale).
    Mi raccomando, per sicurezza -soprattutto se dovete farvelo spedire- di prenotare il JPR con un bell’anticipo per stare sicuri🙂

  8. A mio fratello hanno parlato anche della Columbus (è buona o meglio affidarsi a Viaggisicuri?)
    Grazie mille per l’indicazione dell’HIS! In effetti ti chiedevo scusa perché subito dopo aver scritto il commento ho trovato l’articolo sulla JRP!🙂

  9. Ma si possono stipulare solo online le assicurazioni sanitarie o anche in qualche struttura non virtuale? (per capirci) ihih

  10. Mhhhh sicuramente hanno anche delle sedi non virtuali (Europe Assistence se non sbaglio è a Milano) e penso che tu possa anche chiedere in Agenzia di Viaggio (anche se secondo me lì ti caricano delle spese di gestione che viceversa non hai). Quando acquisti online ti mandano poi per posta -elettronica- tutto il modulo assicurativo e i codici, è abbastanza una cavolata tranquilla!

  11. Ciao, articolo fantastico e decisamente esaustivo, complimenti! Una domanda: andare in Giappone tra ottobre e novembre credi sia buono oppure dovrei cambiare periodo? Grazie!

  12. Grazie simone,
    l’autunno è una delle stagioni “top” per chi visita il Giappone quindi consigliatissimo. Non vedrai i colori della primavera o hanami ma potrai assistere all’altrettanto spettacolare “momiji-gari”, cioè il godimento dei bellissimi colori autunnali (in particolare gli aceri rossi): per informazioni ti consiglio di leggere questo mio articolo : https://zugojapan.wordpress.com/2013/09/15/momiji-gari-cosa-dove-quando/
    Lì potrai anche leggere informazioni sul “Quando” e noterai che a Tokyo e Kyoto il periodo migliore è da metà Novembre in poi🙂
    Ciao alla prossima!
    M.

  13. Ciao, grazie per la risposta🙂
    Ho letto anche i post sugli itinerari che consigli e avrei delle domande da farti per alcune possibili deviazioni e altre cose ancora. Per non intasare troppo questi commenti, potresti mandarmi la tua email cosi ti scrivo in pm?
    Grazie mille,
    simone

  14. Certo!
    La mia mail è scritta in alto nella colonna di destra sotto la voce “Suggerimenti”. Scusa se non la scrivo qui ma evito di metterla nei commenti x evitare che diventi target di bot da spam!
    In questi giorni fino a Lunedì sarò presissima col lavoro quindi potrò risponderti verso Martedì!
    A presto,
    M.

  15. WOW!!! il tuo blog e sopratutto questo articolo sono stati una vera e propria rivelazione per me ed i miei amici!!! avevamo già da tempo intenzione di fare un viaggetto a Tokyo… ma non sapevamo come destreggiarci tra offerte e spese!😄 il tuo articolo è stato la nostra salvezza perchè ci ha datte delle dritte per poter organizzare al meglio il nostro viaggio😀
    Veramente utilizzimo😀

  16. Grazie per tutte le informazioni.
    Ho capito che noi in 4 vedremmo a spendere circa 9.000 euro per trascorrere 2 settimane in Giappone.
    GASP! Forse penseremo ad un piano B.
    Grazie ancora e complimenti!

  17. peccato che questi viaggi siano escusivamente per soli milionari o figli di papa che hanno tanti soldi
    io pultroppo non ho un lavoro stabile vivo ancora con i miei genitori
    non potrei mai viaggiare al di fuori dell’italia .
    e poi per raccimolare almeno 2000 euro mi ci vogliono almeno 20 anni .. quindi me lo sogno un viaggio in giappone ..
    senza contare che chi va in giappone non sta tutto il giorno in albergo ..
    sopratutto per me che nn conosco l’inglese non posso andarci
    fino a che nn trovo un lavoro decente che mi faccia guadagnare almeno 600 /800 euro al mese non potrò mai e poi mai pensare di fare un viaggio in giappone ne in altre parti dell’europa
    io vivo in una situazione molto complicata che nn posso specificare qui

    se mai dovessi vincere una somma di denaro magari al gratta e vinci allora potrei pensare di fare un viaggetto in giappone
    l’unica cosa e che nn ho il passaporto ( TROPPO COSTOSO)
    E poi come faccio a lascare da soli i miei genitori allora aspetterò che muoiano tutte e due ma ci vorranno anni e anni e comunque a quel punto sarà troppo tardi per un viaggio anche se ci vorranno 50 anni di attesa io nn ho tutto quel tempo

    sto morendo grazie al tumore che ho nel cervello inoperabile ..
    ho quasi 35 anni e nn ho mai vissuto la mia vita e sempre stato casa lavoro e mai un giorno di svago non sono mai uscito fuori dalla mia città
    nn avendo menzi economici per vivere al meglio

  18. Troppo facile screditare il lavoro delle agenzie. Vi ricordo che non sono dei ladri. Se un viaggio in Giappone vi costa il prezzo esagerato di 5000€, magari perché chi le spende non ha il tempo per organizzarsi o perché è comodo così. Inoltre, un viaggio organizzato in questa maniera “fai da te”, ovviamente ha dei costi più ragionevoli, ma anche dei servizi in meno. Trasferimenti, assicurazioni e soprattutto guide sono accessori molto costosi. Io mi sono mosso con i treni e non ho preso guide, ma a volte sono stato costretto, per esempio, a prendere taxi pur sapendo mela cavare sia con la lingua che con ogni altro aspetto organizzativo. Avete idea quanto costa una guida inglese in Giappone? E in italiano? Cifre spropositate. Un buon agente di viaggio può consigliarvi sul da farsi, poi molto dipende da voi. Se volete stare in un 5* i prezzi salgono, altrimenti si può spendere il giusto. Provare i ryokan va bene, ma anche lì si possono sfiorare cifre da capogiro. Non è vero che tutto costa caro come non è vero anche il fatto che le pensioni familiari sono economiche, forse sì , ma occorre a volte anche chiudere gli occhi per non vedere dove si dorme.
    La passione di chi lavora in agenzia perché ci crede si vede subito da chi ci lavora solo per uno stipendio. Smettiamola di dire che sono dei ladri o che sono carissimi, non è vero. Spesso hanno risolto vacanze con genialate che a noi comuni mortali non possono venire in mente. Poi, scusate, perché se andate da un medico o un commercialista che vi chiede onorari salatissimi o un consulente qualsiasi lo pagate e non dite niente oppure andate in un ristorante carissimo e vi vantate anche del fatto che un cena vi è costata 200€ a testa e poi quando si tratta di viaggi, tutti esperti agenti, i veri agenti sono dei ladri matricolati e degli approfittatori. In questo mondo cercano tutti di lavorare e se tutti pensiamo di poterci sostituire al mestiere altrui, sempre e comunque, non andremo mai avanti. Arriverà anche il momento in cui qualcuno dirà la stessa cosa del vostro lavoro e ci rimarrete male.
    Comunque viva il Giappone😁😁😁
    Ps: bravi agenti di viaggio esistono, basta saperli trovare!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...