17 Novembre 2010 – Ultimo giorno!

Domani mattina si parte, che tristezza! Oggi ci aspetta il lungo viaggio fino a Tokyo… quasi cinque ore di shinkansen! Prima però è doverosa la visita al parco della memoria di Hiroshima e al museo della bomba, uno dei momenti più belli del viaggio secondo me. Il Parco della Memoria sorge su un’isola fluviale che si trova appunto in mezzo al fiume, molto ampia, un po’ come quella dove c’è Notre Dame a Parigi. Sull’altra sponda del fiume sorge L’A-bomb Dome, le rovine dell’unico edificio rimasto in piedi dopo lo sgancio della bomba atomica, che si è deciso (dopo diverse controversie) di non far abbattere. E’ molto significativo anche perchè si trova bene o male in corrispondenza dell’epicentro dell’esplosione (avvenuta a circa 600 metri dal suolo).

Oltre a questo, nel parco sono dislocati alcuni monumenti, come il Chilndren’s Peace Monument, il cenotafio, la fiamma della pace (che verrà spenta solo quando non ci saranno più ordigni nucleari sul pianeta), il cenotafio per le vittime coreane, ed altri.

L’ingresso al Museo della bomba è gratuito (50 yen come donazione simbolica) e vale davvero la pena. Se l’argomento vi interessa tenete in conto di passare almeno 3 ore all’interno, se avessi potuto io ci sarei rimasta tutto il giorno. Tenete anche presente che da circa metà museo in poi potreste iniziare a piangere senza smettere fino al giorno dopo. La prima parte del museo è storica, e spiega in maniera molto chiara quali step hanno portato al lancio della bomba, il perchè è stata scelta Hiroshima, le motivazioni, etc.etc. C’è una ricostruzione in scala 3/4 dell’A-bomb Dome che troneggia in mezzo alla sala. La seconda parte del museo è invece scientifica, spiega come è fatta una bomba atomica, gli effetti del nucleare. In questa parte del museo viene inoltre lanciato l’importante messaggio che sia il museo che il memoriale vogliono lanciare. La terza parte del museo invece raccoglie storie e testimonianze. Davvero straziante  ma indimenticabile. Ovviamente dipende dalla sensibilità personale… io ho pianto tutto il tempo (con un po’ di vergogna perchè ero l’unica). Nella quarta parte del museo (se avete ancora tempo, io purtroppo non ne avevo) ci sono dei televisori sui quali potete vedere (scegliendo da un catalogo) delle testimonianze di gente che è sopravvissuta all’esplosione… raccolte sottoforma di documentari.

 

Secondo me il museo e il parco valgono al 100% una tappa ad Hiroshima.

Di corsa siamo andate in stazione a prendere il treno per Tokyo! Per le cinque ore di viaggio ho dormito tutto il tempo… L’ultima sera a Tokyo? Harajuku! Dannazione, piove ancora😦

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...