15 Aprile 2011 – Tokyo

[Nota : gli articoli che scrivo sul viaggio del 2010 li sto facendo a quasi due anni di distanza, basandomi sui ricordi, sulle foto, e sul diario che avevo tenuto per i primi giorni. Molte cose sicuramente mi sfuggono]

Stamattina per la gioia di Clementina ci siamo date allo shopping! E’ perfetto visto la pioggia che è tornata a rompere! Iniziamo la mattinata con la colazione in uno splendido caffè con ottime torte!

Siamo scese a Daikanyama (se mi ricordo giusto) e abbiamo proseguito a piedi fino a Shibuya, c’erano tanti bei negozi! Alla stazione di Shibuya abbiamo scoperto per la prima volta i piani “gastronomici” che poi avremmo trovato in tutte le successive grandi stazioni, che spettacolo! Abbiamo comprato dei bellissimi bento che purtroppo ci siamo “ridotte” a consumare imbucandoci da Starbucks : dalle vetrate vediamo la statua di Haciko e lo Shibuya Crossing! Di qui passano quasi 70.000 persone al giorno, impressionante, vero? Siamo in un quartiere diverso da quelli che abbiamo visto fino ad oggi, colorato, stravagante,  con tanti giovani e negozi “folli” : tutt’altro ambiente rispetto a Roppongi, dove ogni mattina vediamo passare file interminabili di business-man e donne eleganti. E’ questo la Tokyo che ci aspettavamo di vedere🙂

A piedi raggiungiamo poi Harajuku, anche qui la folla di ragazzi, turisti, punkettoni, gente stravagante, business-man, lolite, e gente di tutte le fattezze, ci lascia prima colpite e poi affascinate! Takeshita-dori è forse il centro del mondo?🙂

Le crepes giapponesi, se non altro, sono le più buone del mondo! Assaggiamo anche le ciambelline di mele, gnam!

Abbiamo camminato tutto il giorno, che stanchezza! Mangiamo qualcosa in hotel e dopo decidiamo di passare la serata a Shinjuku… qualcosa non quadra, come mai non c’è in giro nessuno? Purtroppo mi sono dimenticata la guida in albergo quindi non riusciamo a raccapezzarci. Io sono memore di City Hunter quindi mi aspettavo tutt’altra atmosfera… ma non ci arrendiamo! E’ sufficiente chiedere, no? Mentre Claudia e Clementina si allontanano mestamente (ben consapevoli della pessima figura che ci accingevamo a fare) io e Liana ci avviciniamo ad un giovane giapponese e proviamo a chiedergli dove dobbiamo dirigerci per trovare la parte più “viva” di Shinjuku. Purtroppo il malcapitato non parla l’inglese e non capisce cosa intendiamo, quindi mia zia pone la domanda che passò poi alla storia : “WHERE ARE THE HOT GIRLS?“. Ahahahaha!!! Per far capire meglio, ci mettiamo anche a “mimare” le fattezze di una donna curvosa… risultato? Il ragazzo capisce che ci siamo proponendo sessualmente a lui! Santo cielo! Che figure!

Morale della favola? Dopo un’oretta di cazzeggio, siamo tornate in albergo a ronfare!

Poichè sto scrivendo questo articolo due anni dopo, e soprattutto dopo essere stata “davvero”  a Shinjuku, col senno di poi vi posso spiegare che noi quella sera invece di uscire a Shinjuku EST, siamo uscite nella parte OVEST, dove ci sono più che altro grattacieli e poi Nishi-Shinjuku.🙂

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...